Sinistra Italiana X Municipio: “Decimo riparte? Annunciano milioni di investimenti e non riescono a spazzare via le foglie dalle caditoie”

07/11/2018 – “Siamo punto e da capo. Continuano gli annunci pentastellati legati all’assestamento di bilancio. Con le promesse di una “pioggia di gettoni d’oro” per una serie di interventi, prosegue la politica, se così la vogliamo definire, dell’Amministrazione Comunale e Municipale che, dopo il disastro degli allagamenti nella città e in particolare del Municipio X, rilancia con gli “annunci” di interventi legati all’assestamento di bilancio”. Lo dice Marco Possanzini, Segretario Sinistra Italiana X Municipio.
“Salta subito agli occhi – prosegue – che per il mare di Roma non ci sarà nemmeno un cent, zero risorse per un patrimonio unico al mondo che meriterebbe ben altra attenzione da parte delle Istituzioni locali e cittadine. Ma questo lo potevamo intuire. Poi, complottismi a parte, è evidente la scrupolosa quanto continua attenzione che viene dedicata al quartiere Bagnoletto. Lo stanziamento di più di 6 milioni di euro dedicati al Municipio X, dovuto all’assestamento di bilancio, è legato ad una serie di opere di cui, per una parte significativa, verrà finanziata solamente la progettazione con una spada di Damocle non indifferente e cioè che questi soldi dovranno essere spesi entro il 31 dicembre del 2019, vacanze di Natale comprese, e non del 2059. Si faranno assegnazioni sotto soglia per evitare i bandi ? lo scopriremo solo vivendo. Sugli stanziamenti dedicati al servizio giardini, senza dimenticare che il Municipio X oltre ad avere un patrimonio verde immenso e unico al mondo è l’unico Municipio di Roma Capitale che gode dell’autonomia del verde e cioè della gestione diretta delle politiche del verde pubblico, – prosegue – c’è da ridere se non ci fosse da piangere: 570mila euro di nuovo materiale, peccato che lo scarsissimo numero di dipendenti del servizio giardini non sia aumentano nemmeno di una unità e forse, con la famigerata “quota 100″, si ridurrà ulteriormente. Inoltre, nemmeno un euro dedicato ad una politica seria e coscienziosa di interventi di messa in sicurezza idraulica di un territorio devastato. Tanti progetti, tante parole, ma di provvedere concretamente alla riparazione della pericolosa voragine di Via Leonardi ad Acilia non se ne parla proprio. Una pioggia di gettoni d’oro, ricchi premi e cotillon, ma le foglie stanno sempre li ad occludere le caditoie senza che nessuno muova un dito”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here