Cadavere nella macchia mediterranea, è lo scomparso Cesare Leonelli

07/11/2018 – Riverso in terra e con i pantaloni abbassati. Così è stato ritrovato ieri mattina Cesare Leonelli, il 69enne, scomparso dalla sua abitazione di Tor de Cenci. L’uomo aveva lasciato casa la sera di lunedì a bordo della sua Fiat Panda poi di lui non si erano più avute notizie. Dopo la denuncia dei familiari l’auto era stata rinvenuta in via Domenico Baffigo a poca distanza dal porto turistico.

Un ritrovamento che apre molte domande a partire da come Leonelli abbia potuto raggiungere l’estremità opposta di Ostia. Se sia stato quindi accompagnato da qualcuno o se abbia raggiunto l’area a circa 9 km di distanza con i mezzi pubblici. Mistero anche sulle cause della morte. Un malore? Sul corpo, trovato riverso sulla sabbia delle dune presenti in quel tratto di vegetazione, non sarebbero stati trovati ad un primo esame segni di violenza. Leonelli, negli anni passati aveva avuto un’ischemia che lo costringeva ad assumere dei farmaci salvavita. Il non aver assunto quella cura potrebbe aver causato il decesso? O potrebbe aver avuto un malore a causa di una possibile aggressione o di un rapporto sessuale? Ipotesi questa che gli inquirenti starebbero vagliando anche a fronte del ritrovamento del corpo con i pantaloni jeans blu abbassati.

La risposta a tutti gli interrogativi arriverà dall’esame autoptico previsto per i prossimi giorni. Certo è che il 69enne al momento del decesso, o nelle ore precedenti al ritrovamento del corpo, non sarebbe stato da solo. Mancavano infatti sia il portafoglio che il telefono cellulare ma anche le chiavi di casa e dell’auto.

Ad indagare per ricostruire le ultime ore di Leonelli sarà ora la polizia di Stato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here