Nuova Ostia, blitz all’alba. Sfrattato Vincenzo Spada – FOTO E VIDEO

4/10/2018 – Sono iniziate questa mattina alle prime luci dell’alba le operazioni di sgombero di una appartamento in via Ingrao 20 occupato abusivamente da Vincenzo Spada detto “Gnocco” appartenete al clan e figlio del boss “Pelè”.

Le operazioni condotte dal Comando Generale del Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale, hanno visto l’impiego di oltre 100 caschi bianchi romani dell’Unità Spe (Sicurezza Pubblica ed Emergenziale) e dei Gruppi X Mare, Gssu (Gruppo Sicurezza Sociale Urbana), Gpit (Gruppo Pronto Intervento Traffico), supportati da 4 blindati del reparto mobile, diretti dal Commissariato di Ostia. Tale spiegamento di forze, si è reso necessario per la delicatezza dello sgombero, operato nei confronti di Vincenzo Spada, all’interno di una zona dove l’edilizia popolare appare completamente gestita dal clan.

L’appartamento, ristrutturato di recente con finiture lussuose, e protetto da alcune grate è stato sgomberato dai mobili della famiglia Spada. L’immobile è stato ora assegnato alla famiglia legittimamente titolare in base alla graduatoria comunale.

Le operazioni, che hanno visto bloccare le strade di accesso, coordinate dal Comandante Generale del Corpo Antonio Di Maggio, hanno potuto accertare furti di energia elettrica ed un secondo appartamento occupato abusivamente, sui quali sono in corso ulteriori indagini di polizia giudiziaria.

Momenti di tensione quando alcuni pesanti insulti sono stati rivolti alla giornalista di Repubblica Federica Angeli, costretta ad allontanarsi dalla zona protetta dalla scorta che ormai da anni la segue ogni giorno dopo le minacce ricevute proprio dalla famiglia mafiosa.

Il tweet della sindaca “Abbiamo liberato una casa popolare a Ostia, occupata abusivamente da un membro del clan Spada. La Polizia Locale di Roma Capitale è intervenuta questa mattina per restituire un bene pubblico alla città. Prosegue la nostra lotta per ripristinare la legalità”. Scrive la sindaca di Roma Virginia Raggi in un tweet accompagnato dall’hashtag #NonAbbassiamoLoSguardo.

Le case popolari sono una risorsa preziosa: il loro scopo è quello di sostenere le famiglie in difficoltà che hanno diritto. Avere il patrimonio dell’Edilizia Residenziale Pubblica utilizzato in modo trasparente e corretto è un presupposto basilare per il benessere dell’intera comunità. Abbiamo intrapreso un percorso serio e coraggioso per rimettere in moto un sistema pulito, giusto e vicino a chi per decenni ha visto e provato anche sulla propria pelle intollerabili prevaricazioni. Andremo avanti per il bene di questa città”, dichiara l’assessora al Patrimonio e alle Politiche Abitative di Roma Capitale Rosalba Castiglione.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here