Controlli del territorio, 5 in manette e 5 denunciati tra Ostia, Acilia e Fiumicino

24/08/2018  – È ancora intensa l’attività di controllo che i Carabinieri di Ostia stanno portando avanti per garantire la sicurezza sul territorio nonché prevenire e reprimere i reati in genere. Nella giornata di ieri, i capillari controlli dei militari hanno consentito complessivamente di controllare 86 veicoli, identificare 124 persone e segnalare 3 giovani alla Prefettura di Roma, per l’uso personale di sostanze stupefacenti.

Nella scorsa nottata, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Ostia, insospettiti dalla presenza di un gruppo di giovani intenti ad armeggiare intorno ad un ciclomotore, sono intervenuti sul posto bloccandoli. I militari hanno così accertato che i 5, tutti giovanissimi, avevano appena manomesso, nel tentativo di rubarlo, mediante l’uso di un cacciavite, il cilindro di avviamento del mezzo. Le manette sono così scattate ai polsi di uno di loro, un 18enne incensurato, mentre i complici, tutti minorenni, sono stati denunciati in stato di libertà e riaffidati ai propri familiari.

Le manette ai polsi sono scattate, ben due volte in poche ore, anche per un 48enne pregiudicato di Ostia che, già sottoposto all’obbligo di dimora ed al divieto di uscire dalla propria abitazione nell’arco notturno, è stato fermato dai militari di Ostia mentre si aggirava, al di fuori dell’orario consentito, sulla pubblica via. La successiva perquisizione ha inoltre consentito di rinvenire, occultato all’interno del suo marsupio, un martello. Il malfattore è stato così accompagnato in caserma e denunciato in stato di libertà per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli. Non contento, appena uscito dalla caserma, invece di fare rientro presso la propria abitazione, l’uomo ha pensato bene di impossessarsi di un mattone e di usarlo per infrangere la vetrina di un vicino supermercato, impossessandosi di un telefono cellulare e di 2 bottiglie di superalcolici. I militari, che nell’occasione lo stavano monitorando, sono prontamente intervenuti bloccandolo. La serata del malfattore si è così conclusa presso la casa circondariale di Roma – Regina Coeli, mentre la refurtiva è stata restituita all’avente diritto.

A Fiumicino, su disposizione della competente Autorità Giudiziaria, è finito in carcere un 66enne a seguito dell’aggravamento della misura cui era già sottoposto. Il provvedimento è stato emesso su richiesta dei Carabinieri della locale Stazione, conseguentemente alle reiterate violazioni della misura degli arresti domiciliari a cui l’uomo era assoggettato per delitti contro la persona. L’Autorità Giudiziaria, condividendo le valutazioni dei militari, ne ha disposto l’accompagnamento alla casa circondariale di Civitavecchia.

Sempre i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Ostia, hanno arrestato un 37enne, già detenuto agli arresti domiciliari per reati contro la persona, avendolo sorpreso, privo di qualsivoglia autorizzazione, al di fuori della propria abitazione. L’uomo è stato nuovamente ristretto presso il proprio domicilio, in attesa dell’udienza di convalida.

I Carabinieri della Stazione di Vitinia, nell’ambito di uno specifico servizio, hanno arrestato un 30enne, per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”. I militari, insospettiti dall’atteggiamento dell’uomo, lo hanno bloccato trovandolo in possesso di oltre 20 dosi di hashish. La successiva perquisizione effettuata presso l’abitazione del malfattore ha consentito di scovare un panetto di hashish di circa 75 gr., molteplici dosi di stupefacente di vario tipo, nonchè materiale per la pesa ed il confezionamento della droga. Il pusher è stato trattenuto presso le camere di sicurezza del Gruppo Carabinieri di Ostia in attesa dell’udienza di convalida, mentre lo stupefacente e tutto il materiale per il confezionamento è stato sequestrato.

Ad Acilia, i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato in stato di libertà un romano di 28 anni con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, i militari, che erano intervenuti presso l’abitazione dell’uomo, sospettato di essere l’autore di un tentativo di furto, vi hanno trovato all’interno una serra artigianale contenente 7 piante di marijuana. La successiva perquisizione ha consentito di rinvenire ulteriori 10 gr. di stupefacenti di vario genere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here