Ostia Antica, residenti mettono in sicurezza il ponticello di via Edoardo Gatti

22/01/2018 – “Il grande senso civico e di estrema responsabilità dei residenti, supera di gran lunga l’interesse di chi è deputato istituzionalmente alla salvaguardia e al benessere dei suoi cittadini”. Lo dice Gaetano Di Staso dell’associazione Salviamo Ostia Antica.
“Dopo la segnalazione fatta per la messa in sicurezza del ponticello di legno, che collega via Edoardo Gatti da via Carlo Bonucci a via Antonio Taramelli, manufatto ormai fatiscente e decisamente pericoloso, nato spontaneamente oltre 15 anni fa, durante le opere di cantierizzazione, e da allora densamente usato da residenti, dagli studenti, da chi deve raggiungere via del Collettore Primario e il bus 011, e ultimo non ultimo dai portatori di handicap dotati di carrozzina elettrica, i residenti, in completa autonomia, hanno circoscritto e messo in sicurezza la struttura, vietandone il passaggio in attesa di una nuova ristrutturazione da parte dei residenti. Stessa scandalosa situazione di pericolo, la troviamo nella pista ciclabile in via del Collettore Primario, dove da oltre due anni è stato denunciato il cedimento di una parte della pista verso il letto del canale. Tralasciamo poi di rincarare la dose per l’ignobile stato di abbandono e degrado della ciclopedonale, ormai invasa dalle sterpaglie che occupano la carreggiata, rifiuti e parapedonali divelti e gettati nella melma del canale sottostante. Inciviltà decisamente galoppante, ma non da meno, l’assoluto disinteresse istituzionale, nei confronti dei cittadini, anche in questo caso i residenti per risolvere le carenze degli enti preposti, dovranno rimboccarsi le maniche, – conclude Di Staso – mettere le mani al portafoglio ed attuare il “fai da te” e  la domanda può sorgere spontanea: “Ma le nostre tasse, salatissime, in mano a chi vanno, come vengono usate, visti i risultati decisamente scandalosi e poveri di contenuti di cui soffre il nostro territorio? Anche in questo caso, “silenzio assordante” da parte degli enti preposti, completamente “sordi e ciechi” ennesima domanda…“a quale santo ci dobbiamo votare?””

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here