Ferrovia Roma-Lido, ancora uno stop. Passeggeri infuriati rifiutano di scendere dal treno

Legambiente "Viaggi infernali, guasti continui e pendolari esasperati per la peggior linea d'Italia, la gestione comunale in mano ad ATAC è vergognosa"


25/01/2018 – Dopo i 3 giorni di guasti tecnici della scorsa settimana, questa mattina arriva un’altro stop per la ferrovia Roma-Lido, alla quale Legambiente da oltre 5 anni, assegna il poco ambito “Trofeo Caronte” per il viaggio pendolare peggiore del Lazio e d’Italia. Questa mattina infatti un nuovo guasto. Il treno con partenza alle 7.35 da Colombo è stato infatti evacuato a Vitinia a causa di guasto tecnico. L’ennesimo disagio che ha scatenato la rabbia di alcuni pendolari che hanno rifiutato di scendere dal convoglio. Una protesta andata avanti per una decina di minuti fino a quando il treno è stato lasciato dietro la minaccia di chiamare le forze dell’ordine.

Nel pomeriggio ancora disagi con frequenze di circa 20 minuti.

“Sulla Roma Lido i viaggi sono sempre più infernali, con ripetuti guasti e pendolari esasperati per una condizione che sembra solo peggiorare – commenta Roberto Scacchi presidente di Legambiente Lazio -. Sono anni che tentiamo di allertare sulle pessime condizioni della tratta ma la situazione continua ad aggravarsi, un servizio indegno, tutto dentro il comune di Roma e che dovrebbe servire gli abitanti dei quartieri sull’asse Roma-Ostia così come i turisti in visita ad Ostia Antica; ma i romani sfiduciati preferiscono affrontare il traffico sulle proprie auto private a discapito dell’ambiente”. Dagli ultimi dati del dossier Pendolaria di Legambiente emerge infatti un abbandono della linea che passa in un solo anno da 80.000 viaggiatori al giorno a 55.000 perdendo oltre il 30% di persone. “A fronte del crollo numerico di viaggiatori non c’è alcun miglioramento del servizio, eppure la Roma Lido dovrebbe e potrebbe essere una metropolitana vera, vista la dimensione dei quartieri che attraversa e l’importanza strategica delle connessioni con la stazione Ostiense e la MetroB. Invece, di oltre 20 convogli a disposizione, ce ne sono in servizio meno di 10 con più della metà rotti, il tracciato elettrico vecchio è in guasto continuo e le persone non ce la fanno più, la gestione comunale in mano ad Atac è vergognosa”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here