Mense, chiesto il pagamento nei giorni di chiusura delle scuole

Severini: “Come devono comportarsi le famiglie?” Servizio scuolabus: “Invio bollettini cartacei scelta opinabile. Con email risparmio di migliaia di euro”


10/11/2017 – “Ho ricevuto diverse segnalazioni riguardo una problematica che si è verificata nel servizio mense e che ho riscontrato io stesso. Sul portale ‘fiumicino.ristonova.it’ dove sono segnate le presenze degli studenti nei giorni 1, 2 e 3 novembre viene riportata la dicitura ‘P’ dunque bambino presente. In realtà le scuole di Aranova, Torrimpietra e Palidoro quei giorni sono rimaste chiuse e di conseguenza nessuno studente ha usufruito del servizio mensa. Motivo per il quale il pagamento dei tre giorni non è dovuto”. Lo dice Roberto Severini, presidente Associazione Crescere Insieme. “Mi chiedo se sia semplicemente una svista, un difetto del portale e cosa debbano fare i genitori a tal proposito. Altro dubbio che ci è stato sollevato e del quale come associazione ci facciamo carico riguarda i bollettini cartacei per il pagamento del servizio trasporti che stanno per essere inviati nelle cassette delle lettere di tutte le famiglie che ne usufruiscono. Mi chiedo come mai sia stata utilizzata questa tecnica quando con una semplice email la richiesta di pagamento sarebbe arrivata direttamente a casa dell’interessato con un risparmio di migliaia e migliaia di euro di soldi pubblici che al contrario potevano essere investiti in progetti per studenti. Questo – conclude Severini – anche a fronte dell’obbligatorietà di iscrizione online del servizio scuolabus: ogni comunicazione dunque può e deve arrivare alla mail con la quale si è proceduti all’iscrizione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here