Istituto Amendola, guasto alla caldaia, Paoletti: “Più grave del previsto”


9/12/2019 – “L’impianto di riscaldamento della scuola Amendola deve essere riparato e l’intervento prevede una procedura di drenaggio di acqua nell’intercapedine per consentirne l’accesso alla ditta”. A dirlo in una nota stampa l’Assessore alla Scuola del Municipio X, Germana Paoletti che questa mattina si è recata davanti la scuola dove alcuni genitori protestavano contro la scarsità di informazioni sul trasferimento degli studenti. E’ infatti il malfunzionamento della caldaia all’origine dello spostamento temporaneo degli studenti, disposto dalla dirigente dell’istituto, presso altre scuole del territorio vista l’impossibilità di garantire livelli adeguati di benessere degli alunni.
Il locale caldaia infatti a causa delle intense piogge degli ultimi giorni è finito sotto oltre 1,50 di acqua, acqua che ha mandato in blocco l’impianto di riscaldamento e impedisce anche agli operai dell’ufficio tecnico, che già nei giorni scorsi hanno effettuato un primo sopralluogo, di poter accedere ai macchinari in sicurezza.
“Sebbene il guasto, di per sé, possa essere risolto in due ore, – spiega ancora la Paoletti – il coordinamento tra drenaggio ed intervento ha richiesto più giorni, dunque per evitare che i bambini frequentassero al freddo e per scongiurare l’interruzione del pubblico servizio oltre che la tutela del diritto allo studio, su disposizione del DS dell’IC Via delle Azzorre, le classi sono state temporaneamente traslocate nel plesso di via delle Azzorre. La scuola riaprirà dopo la necessaria riparazione e le attività già dalla prossima settimana potrebbero tornare alla normalità. Lo stesso vale per le due sezioni di infanzia comunale Doremi diverto, al momento dislocate in altre scuole materne disponibili ad accoglierli. Siamo consapevoli dei disagi – conclude – che le famiglie si trovano ad affrontare, nella certezza di operare nell’interesse superiore dei bambini e delle loro famiglie”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here