Casalpalocco, uccide la madre e nasconde il corpo in un’intercapedine. Poi chiama il 112

28/3/2017 – Ha preso il telefono e ha chiamato il 112. All’operatore ha raccontato di aver ucciso la madre aggiungendo poi “ho nascosto il corpo nell’intercapedine” di una villetta in via Amipsia, 85 a Casalpalocco. È questa la telefonata shock giunta questa mattina al numero unico per le emergenze. Autore, Gianluca Sari, 51 anni che da tempo soffrirebbe di problemi psichiatrici e sarebbe da anni in cura presso il centro di igiene mentale di Ostia. Vittima della furia omicida la madre Maria Grazia Cornero, 79enne vedova, e parte di una famiglia conosciuta nella zona.

Gianluca Sari

Nella villetta alla fine della via senza uscita sono immediatamente giunti i carabinieri della stazione di Casalpalocco e della compagnia di Ostia che hanno trovato il corpo dell’insegnante in pensione proprio dove indicato dal 51enne. In un’intercapedine chiusa con del cemento ancora fresco all’arrivo dei carabinieri del Ris, il corpo avvolto dal telo di plastica che Gianluca aveva scelto come sudario per la madre e con le prime tracce dell’umidità presente tra le mura. Sul cadavere una volta estratto e sottoposto alla prima analisi del medico legale, le tracce di numerose coltellate e quell’ecchimosi sulla testa, traccia di un colpo dato per evitare ogni reazione. Sarà l’autopsia ora a stabilire se nel momento in cui è stata murata la 79enne respirasse ancora e se il decesso sia avvenuto nei minuti successivo. Il suo killer intanto si trova ora nella caserma dei carabinieri per chiarire i motivi del folle gesto. Un omicidio che dalle prime indiscrezioni sarebbe arrivato al termine di una delle numerose liti che negli ultimi tempi vedeva contrapposti la vittima e il figlio che vivevano nella villetta divisa in due appartamenti.

L’ULTIMO MESSAGGIO SU FACEBOOK – “Temo a scegliere qualcuno per non fare sparire tutti gli altri”: lo scriveva sulla sua pagina Facebook Gianluca neanche 24 ore prima dell’omicidio. Parole misteriose e che lasciando ampio spazio all’immaginazione e che potrebbero essere il segnale dell’ennesima crisi del 51enne.

CONDIVIDI

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here