Ostia, incidente sul Lungomare: le reazioni


6/11/2020 – Davide BORDONI, consigliere capitolino della Lega-Salvini Premier – “Brutto incidente con ribaltamento di un auto su cui viaggiavano quattro ragazzi davanti all’ingresso dello stabilimento Le Dune Village. Tra le possibili cause dell’incidente, ancora in corso di accertamento, non sarebbe da escludere la possibilità che, con l’illuminazione non funzionante in quel tratto, il guidatore abbia confuso il parcheggio lineare, ricavato per far posto alla ciclabile, per una corsia di marcia. Un errore fatale determinato anche dal progetto, secondo noi sbagliato, della nuova pista ciclabile”. Così il consigliere capitolino della Lega Davide Bordoni sull’incidente avvenuto stasera sul lungomare Caio Duilio ad Ostia. “Gli effetti negativi della realizzazione della pista ciclabile continuano, oltre all’aumento del traffico sul lungomare causato dal restringimento della carreggiata e all’eliminazione di molti parcheggi, con situazioni di pericolo per automobilisti e pedoni. Pensata male e realizzata peggio questi sono i risultati. La giunta Raggi sta diventando maestra nel complicare la vita ai romani sempre più esposti a rischi di ogni genere”.

Andrea DE PRIAMO – Mariacristina MASI, Capogruppo in Assemblea Capitolina e Consigliere del X Municipio – “Siamo molto arrabbiati e dispiaciuti per aver appreso dell’incidente sul lungomare e ci auguriamo che tra le persone coinvolte non ci siano feriti gravi. Insistiamo nel chiedere a questo M5S, sordo a qualsiasi sollecitazione in merito, di rivedere la viabilità del Lungomare e di togliere i parcheggi al centro della strada. Ribadiamo che così non è in sicurezza e sono aumentati i rischi per i cittadini. Ci stupisce la chiusura che l’Amministrazione ha avuto rispetto a questo argomento e chiediamo un maggiore senso di responsabilità da parte di tutti. A questo punto presenteremo un’interrogazione alla Sindaca Raggi, per sapere se intenda ancora continuare a far finta che il problema non esista”.

Monica PICCA, capogruppo della Lega in X Municipio – “Il pericoloso incidente di poche ore fa sul lungomare di Ostia ha visto il coinvolgimento di alcune auto parcheggiate negli stalli di sosta posizionati al fianco della pista ciclabile. È l’ennesima dimostrazione delle criticità che affliggono questa opera pubblica. Criticità che hanno suscitato la nostra preoccupazione e che abbiamo messo in evidenza fin dall’inizio della realizzazione della pista ciclabile, segnalandole agli organi preposti, presentando in merito un esposto sia in Polizia locale che in Procura. Ribadisco, come in altri precedenti interventi, che la messa in sicurezza della ciclabile deve essere una priorità: cos’altro deve accadere prima di fare qualcosa di concreto? Quanto accaduto è un ultimatum. Occorrono urgenti provvedimenti”.

Marco POSSANZINI, Segretario Sinistra Italiana X Municipio – “Lo diciamo da tempo, inascoltati. Il “lungomare” di Roma ha bisogno di un nuovo quanto radicale progetto di rinnovamento, condiviso con i cittadini e gli Enti preposti, che comprenda una “suggestiva” pista ciclabile, finalmente vista mare, l’eliminazione dello spartitraffico così come la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali e dei parcheggi. L’incidente accaduto poche ore fa sul lungomare di Ostia, una “carambola” che avrebbe potuto avere esiti drammatici, è una “cartina al tornasole” sull’assoluta mancanza di visione di questa Amministrazione oramai dedita solamente a provvedimenti, rabberciati fatti alla “tanto per”, ad uso e consumo elettoralistico. Serve un progetto nuovo, radicale e condiviso, che tenga conto anche della “intermodalità” della mobilità sostenibile, ad esempio con la realizzazione di nodi di scambio in prossimità delle stazioni ferroviarie della Roma Lido. Tutto questo è mancato, tutto questo si sarebbe potuto fare ma non si è voluto fare perché il M5S ha preferito dare sfogo alle pulsioni elettoralistiche calpestando a “piè pari” la possibilità di mettere in campo un progetto condiviso e radicale, di grande rinnovamento ecosostenibile, che potesse incidere positivamente sul lungomare, così come su tutto il nostro Municipio, cambiando in meglio il volto del nostro territorio. Basta con il “provvisorio” che diventa pian piano permanente, con le cose fatte “tanto per”, con i provvedimenti spot fatti per raccogliere qualche voto, altrimenti ci saranno altri incidenti ed il caos durante la prossima bella stagione. Non perdiamo altro tempo prezioso, il nostro lungomare va ripensato completamente”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here