Pineta Castelfusano, Davide Bordoni (LEGA): “Sala COI sguarnita, mancano carabinieri forestali e personale”

15/06/2020 – Uffici sguarniti al Centro operativo interforze di Castelfusano, per la prevenzione antincendi e la protezione della pineta e quest’anno mancano anche i carabinieri forestali. “La questione – spiega in una nota il Così il consigliere capitolino della Lega Davide Bordoni, vicepresidente della commissione Ambiente – è emersa stamattina in Commissione Ambiente, alcuni impianti antincendio risultano ancora non funzionanti e la tecnologia promessa ancora non è arrivata. La carenza del personale dei carabinieri della forestale, che quest’anno non sarà presente, aggrava maggiormente la situazione. C’è da evidenziare anche l’indisponibilità del Simu di Roma Capitale a fornire mezzi di movimentazione terra. A furia di non incentivare e di non spostare personale la coperta è sempre più corta ma nessuno dimentica l’estate in cui a bruciare fu parte della Pineta. Per la vulnerabilità dell’area agli incendi boschivi la Riserva del Litorale Romano è posta sotto tutela dei Carabinieri Forestale e dei Vigili del Fuoco che gestiscono, con le rispettive competenze, la Centrale Operativa Interforze – C.O.I. insieme al servizio giardini. Bisogna incrementare il personale nella sala operativa, le attuali forze messe in campo non bastano la pineta è spesso oggetto dell’attenzione di piromani o di incendi di origine non sempre identificabile. Anche quest’anno – conclude Bordoni – si arriva in ritardo e come accade spesso l’unica speranza è che non sia una estate troppa torrida e secca altrimenti il rischio incendi sarebbero veramente molto elevato”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here