ABBIAMO RICEVUTO – Comitato Mare X Tutti: “Siamo al servizio di una causa e di una comunità”


19/05/2020 – Il Consiglio Municipale straordinario relativo alla gestione degli arenili durante la prossima stagione estiva, convocato il 14 maggio scorso, ha visto fra i numerosi invitati anche un rappresentante del nostro Comitato. Quando le Istituzioni decidono di aprire le porte della discussione pubblica è sempre un bella giornata per la democrazia e quindi, con spirito propositivo e collaborativo, abbiamo accettato l’invito a partecipare alla seduta di Consiglio.
C’è purtroppo chi non la pensa così. Il capogruppo del M5S, prima ancora di ascoltare le nostre proposte, nonostante l’invito istituzionale che legittimava la nostra presenza in Consiglio, ha sollevato una stucchevole polemica sul fatto che il rappresentante da noi delegato, essendo anche iscritto ad un partito politico, addirittura con un incarico territoriale all’interno dello stesso, non era legittimato ad intervenire a nome e per conto del nostro Comitato. La Presidente del Consiglio Municipale è subito intervenuta per chiarire che la richiesta del capogruppo M5S, a nostro giudizio imbarazzante, non poteva essere accolta.
Vogliamo dire al capogruppo del M5S che nella nostra democrazia gli interlocutori non si scelgono “à la carte” e non lo diciamo noi, lo dice la Costituzione della Repubblica Italiana. L’Italia è una democrazia che si fonda sulla pluralità di partiti, addirittura l’Art. 49 della Costituzione dice che “tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale”. L’iscrizione ad un partito è un diritto sancito dalla Costituzione e non può essere in alcun modo motivo di discriminazione, di esclusione o di pregiudizio. Le associazioni ed i comitati, anche se informali, sono gruppi di persone liberamente organizzate che operano per conseguire uno scopo comune ed è questo ultimo aspetto che, in modo preminente, ne determina anche il riconoscimento istituzionale. Ci rammarica che in un momento difficile come quello che stiamo vivendo, invece di anteporre ascolto e collaborazione a qualsiasi schermaglia, per qualcuno sia più importante provare ad escludere, ad espellere, a silenziare, addirittura calpestando diritti e buon senso. Ci stupisce che questo atteggiamento sia messo in pratica da un Consigliere eletto nelle liste di un movimento che parla di “democrazia diretta” e utilizza la piattaforma Rousseau per scegliere quale scelta politica adottare e quale decisione strategica confermare. Ci preoccupa che un Consigliere Municipale, con piglio prepotente, pretenda addirittura di calpestare la Costituzione. Fortunatamente giovedì scorso la democrazia e le Istituzioni hanno vinto sull’arroganza e la protervia, il nostro delegato è intervenuto ed il nostro documento è stato portato in assemblea. Speriamo che le nostre proposte, in tutto o almeno in parte, vengano raccolte.

Comitato Mare X Tutti

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here