Sinistra Italiana: “In piena emergenza sanitaria, il M5S capitolino convoca una Commissione sul PUA”



19/3/2020 – “Mentre tutto il mondo trema davanti alla pandemica innescata dal covid-19, in Campidoglio, come se nulla fosse, si convoca la Commissione Commercio per dare parere sul PUA. Dopo l’inesistente discussione municipale, sfociata nell’espressione favorevole per altro non vincolante, in Campidoglio si prosegue come se nulla fosse, come se nella città non ci sia una emergenza da affrontare. La Prima Cittadina è tecnicamente non pervenuta, non c’è un coordinamento cittadino fra la Giunta Raggi e tutti i Presidenti di Municipio, non c’è un piano strutturato dal Campidoglio per affrontare adeguatamente l’emergenza covid-19, quel poco che si muove è completamente scoordinato e sconnesso dalla realtà” Lo dice Marco Possanzini, Segretario Sinistra Italiana X Municipio. “La Giunta Raggi e l’Assemblea Capitolina dovrebbero occuparsi dell’emergenza che investe Roma e i romani piuttosto che insistere istericamente sull’approvazione del PUA, un argomento che per altro non ricade nelle emergenze e che si potrebbe tranquillamente riprendere, magari in modo partecipato e democratico, al termine dell’emergenza sanitaria che sta piegando il paese e la città di Roma. E’ assolutamente sbalorditivo l’atteggiamento della Giunta Raggi impermeabile a qualsiasi accadimento, insistono con i lavori sul PUA come se nulla fosse, come se il Comune di Roma non avesse altre priorità in questo momento. C’è di più, in quella Commissione sul PUA convocata per domani, nonostante le Commissioni siano normalmente pubbliche, molti cittadini così come i rappresentanti di associazioni e comitati non potranno partecipare ai lavori in osservanza, giustamente, del decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri in materia di contenimento del contagio. Scriveremo al Prefetto Pantalone perchè questo modo di fare del Campidoglio interrompe, nei fatti, la democrazia. La discussione sul PUA, un argomento importante ma oggettivamente non urgente, deve essere rimandata ad emergenza sanitaria terminata in quanto, nel rispetto della delibera delibera 57 del 2006 sulla partecipazione attiva dei cittadini nei grandi processi di trasformazione della città, i cittadini hanno il diritto di partecipare attivamente ai lavori consiliari. Il Campidoglio si preoccupi piuttosto di costituire, con assoluta urgenza, un coordinamento cittadino con i Presidenti di Municipio al fine di affrontare l’emergenza covid-19. Mancano ancora tante, troppe, risposte, dalla sanificazione delle strade della città alla gestione delle persone senza fissa dimora passando per una efficace e sicura riorganizzazione delle attività amministrative. La Sindaca Raggi e la sua Giunta si muovano, una volta e per tutte”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here