Ostia, picchiava la madre. In manette un 28enne americano


OSTIA- Prosegue l’azione di monitoraggio dei Carabinieri nelle zone più difficili del territorio di competenza. Nel corso dei servizi organizzati dal Comando Gruppo Carabinieri di Ostia, avvalendosi del supporto di militari dell’8° Reggimento Carabinieri “Lazio” e dell’elicottero dell’Arma di stanza a Pratica di Mare, sono state arrestate 2 persone, una terza è stata denunciata a piede libero. Sono state identificate complessivamente 148 persone, controllati 74 veicoli ed elevate diverse contravvenzioni al Codice della Strada, mentre una persona è stata segnalata per uso personale di sostanze stupefacenti.
Al termine di approfondite indagini, i Carabinieri di Ostia hanno arrestato, su disposizione del Tribunale di Roma, un cittadino americano di 28 anni con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. I militari sono riusciti a ricostruire una lunga storia di minacce e maltrattamenti posti in essere dall’uomo nei confronti della madre convivente, culminate – ad inizio gennaio – con una violenta aggressione nei confronti della donna, costretta poi al ricovero presso l’ospedale “Giovan Battista Grassi” di Ostia. L’Autorità Giudiziaria, condividendo le risultanze dei Carabinieri, ha disposto l’immediato arresto del 28enne, che è stato portato nel carcere di Regina Coeli.
Sempre i Carabinieri di Ostia hanno arrestato un uomo di 49 anni, con precedenti e già sottoposto agli arresti domiciliari, sorpreso in strada dai militari. L’uomo, che alla vista dei militari ha tentato di darsi alla fuga, è stato bloccato dai Carabinieri e trattenuto nelle camere di sicurezza dell’Arma. Nei suoi confronti, l’A.G. ha emesso un ordine di carcerazione a seguito del quale è stato accompagnato nel carcere di Regina Coeli.
Durante i vari servizi di controllo della circolazione stradale, i Carabinieri hanno fermato un pregiudicato di Fiumicino mentre si trovava alla guida di un’utilitaria risultata già sottoposta a un provvedimento di sequestro e affidata in custodia alla compagna dell’uomo, proprietaria del veicolo. L’auto è stata nuovamente sequestrata, mentre il conducente è stato denunciato a piede libero.

Nel corso dei numerosi controlli eseguiti sui soggetti che beneficiano degli arresti domiciliari, i Carabinieri di Acilia hanno segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo – quale assuntore – un 32enne di origini romene, già detenuto per reati inerenti gli stupefacenti. L’uomo, sottoposto ad una perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di alcune dosi di marijuana.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here