X Municipio, Lega: “Sulla Polizia Locale dalla maggioranza proposte confusionarie e caotiche”


09/01/2020 – “Questa mattina in consiglio municipale si è consumata la rappresentazione perfetta di cosa accade quando non si ha conoscenza minima della amministrazione e della sua organizzazione. La maggioranza ha presentato il testo di una proposta di risoluzione che in maniera confusionaria e caotica ha preso atto, in maniera assai tardiva, di quanto come Lega denunciamo da tempo; la carenza di organico che affligge il gruppo X Mare della Polizia Locale e il fatto che la nuova competenza assegnata della Via Cristoforo Colombo ha peggiorato significativamente la situazione”. Lo dicono in una nota Monica Picca capogruppo della Lega nel X Municipio e Luca Mantuano consigliere municipale.
“Ben venga nuovo personale, come richiesto nel testo della risoluzione e come da noi richiesto ormai da anni: ancora ricordiamo però quando chiedevamo sin dalle prime assegnazioni nel biennio 2018/2019 che il numero dei vigili inviati ad Ostia fosse congruo rispetto alla complessità di questo territorio, nel silenzio o nello scherno della attuale maggioranza e in un poco edificante balletto dei numeri definitivi.
Il documento di maggioranza però invece di focalizzarsi su questa richiesta più che legittima si perde in altre sotto-richieste alcune delle quali palesemente irrazionali e contrastanti con il dato normativo. L’idea di costituire frazioni di gruppi speciali ad Ostia non ha alcun senso oltre ad urtare frontalmente con i principi di organizzazione amministrativa dell’ente: per questo abbiamo proposto un emendamento che in conformità alla normativa prevede un maggior coordinamento tra azione dei gruppi speciali e il gruppo di Ostia, con i primi chiamati ad offrire maggior supporto al secondo. Nell’emendamento abbiamo inoltre chiesto di agevolare i flussi di mobilità interna in entrata verso il X Mare. Il gruppo deve essere potenziato, invero lo si doveva potenziare già da tempo, ma il potenziamento passa attraverso una gestione razionale e attraverso la conoscenza degli strumenti amministrativi non con la improvvisazione destinata a lasciare il tempo che trova. Ci preme inoltre, sul versante Colombo, – concludono Picca e Mantuano – chiedere a questa amministrazione conto del perché la competenza viabilistica sia stata passata dal GPIT al gruppo Mare, una domanda che ormai da troppo tempo rimane inevasa”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here