Sinistra Italiana X Municipio: “Rifiuti, siamo al punto di partenza. In questi giorni di festa, raccolta porta a porta praticamente assente”


02/01/2020 – “Non potevamo aspettarci una situazione differente. C’erano tutti i presupposti. La raccolta dei rifiuti, specialmente le frazioni differenziate depositate nei cassonetti condominiali dell’entroterra del Municipio X, ha subito pesantissimi rallentamenti in questi giorni di festa”. A dirlo è Marco Possanzini, Segretario Sinistra Italiana X Municipio.
“Ad Acilia in Via Minerbi, – spiega – così come in tantissime altre vie del Municipio X, i ritardi nella raccolta dei rifiuti hanno determinato accumuli di immondizia nei cassonetti stradali ed in quelli condominiali. Altro che post trionfalistici ed entusiastici pubblicati su facebook da questo o quel consigliere di maggioranza, la gravissima situazione relativa alla raccolta dell’immondizia è una diretta conseguenza della mancanza di pianificazione e programmazione dell’Amministrazione cittadina e municipale, un’assenza voluta e non certo subita visto che nessuno si è preoccupato di organizzare e gestire le attività di raccolta rifiuti in questi delicati giorni di festa. La Giunta Municipale sapeva benissimo quali fossero le criticità da fronteggiare ma non ha mosso un dito e, soprattutto nell’entroterra dove occhio non vede e cuore non duole, la situazione è oltremodo critica. Ma tutto questo non è solo frutto di sciatteria. No, c’è un asservimento ad un disegno preciso tracciato in questi mesi dalla Giunta Raggi. Quest’ultima – prosegue Possanzini – punta a privatizzare le attività comunali più redditizie fra cui la raccolta dei rifiuti. Oramai il re è nudo e non c’è più alcun dubbio relativamente a questo orientamento. Una Giunta nata per fare gli interessi dei cittadini è, invece, ancora una volta, al servizio dei peggiori interessi privati. La vicenda relativa alla mancata approvazione del bilancio AMA è eloquente e parla da sola. Non è una novità che durante il periodo delle feste natalizie la raccolta rifiuti va programmata con attenzione ma anche quest’anno, come al solito, si è deciso di lasciare i cittadini in balia degli accumuli di rifiuti che da differenziati diventeranno inesorabilmente indifferenziati visto che molto probabilmente verranno raccolti alla rinfusa, vanificando anche la cura dei cittadini nel differenziare le frazioni di immondizia. Del resto manca tutto. Manca un piano per il superamento delle discariche, manca un piano per il trattamento delle frazioni differenziate, manca un piano di gestione complessivo per la raccolta dei rifiuti. Manca tutto, nonostante le mille promesse fatte, nonostante gli slogan “rifiuti zero”. Questa è l’immagine che l’Amministrazione del cambiamento vuole dare del servizio di raccolta rifiuti – conclude – addossando induttivamente ad AMA tutte le responsabilità nonostante l’azienda sia municipalizzata e l’unico socio sia il Comune di Roma. Non c’è altra spiegazione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here