Ostia, parcheggiatore abusivo ubriaco aggredisce i carabinieri


01/07/2019 – Con l’inizio dei primi esodi estivi verso il litorale, i Carabinieri di Ostia hanno ulteriormente rinforzato i già numerosi servizi di controllo, dirigendoli, in particolare, sul lungomare anche con personale in abiti civili, per garantire sicurezza e legalità.

I militari hanno messo a punto mirati servizi finalizzati al contrasto dei reati predatori in spiaggia e negli spazi attigui e al rispetto delle leggi e delle ordinanze da parte delle attività commerciali, compreso il controllo della filiera ittica di alberghi, ristoranti e bar annessi ai vari stabilimenti balneari.

In questo contesto, nella sola giornata di ieri, i militari hanno arrestato un cittadino marocchino che è stato arrestato dopo essere stato sorpreso ad esercitare l’attività di parcheggiatore abusivo sul lungomare. I Carabinieri lo hanno notato mentre, in evidente stato di ubriachezza, si stava aggirando sulla litoranea nei pressi delle aree pubbliche adibite alla sosta dei veicoli, avvicinando ed importunando con ripetute e fastidiose richieste di denaro i bagnanti in cerca di parcheggio. I militari si sono avvicinati per procedere alla sua identificazione, ma l’uomo alla loro vista, li ha aggrediti nel tentativo di sottrarsi al controllo. L’uomo, che dovrà anche rispondere della violazione amministrativa prevista dal “decreto sicurezza” nella parte dedicata a coloro che esercitano abusivamente l’attività di parcheggiatore, è stato immobilizzato e portato nel carcere di Regina Coeli, dove rimane a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Nell’ambito di una specifica attività svolta dai Carabinieri di Ostia unitamente al personale dell’8° Reggimento Carabinieri “Lazio” e del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Roma, sono stati ispezionati numerosi esercizi commerciali del litorale. Al termine dei controlli, all’interno di 2 attività di ristorazione e di 1 stabilimento balneare sono state rilevate numerose violazioni, anche alla normativa igienico – sanitaria. I titolari sono stati sanzionati amministrativamente per un importo complessivo di circa 5.000 euro per omesse procedure di controllo, violazione delle pratiche di leale informazione, omessa procedura di controllo in materia di sicurezza alimentare e vendita di prodotti non preimballati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here