Zannola e De Santis (PD): “Macerie pericolose e fari accesi sulle spiagge di Ostia: ecco cosa resta dell’estate ‘a Cinque Stelle’.”

15/11/2018- “Mentre il X Municipio è tutt’ora alla ricerca di una ditta che si occupi della definitiva rimozione dei chioschi sulle spiagge libere di Ostia, visto che la gara è andata miseramente deserta, sul lungomare Duca degli Abruzzi ci sono ancora i pali dell’illuminazione fatti installare da ‘Areti’ nel mese di giugno”. E’ quanto dichiarano il consigliere PD in assemblea capitolina Giovanni Zannola e il segretario PD X Municipio Flavio De Santis.
“L’iniziativa rientrava nel progetto ‘Sport in spiaggia dopo il tramonto’, fortemente sponsorizzato dal capogruppo ‘ombra’ del Movimento 5 Stelle in Campidoglio Paolo Ferrara. I fari dovevano illuminare dei campi polivalenti per consentire ai cittadini di praticare attività sportiva all’aria aperta nelle ore serali. Ebbene, non solo per vedere due campetti da beach volley abbiamo dovuto attendere quasi due mesi, ma poi siamo stati pure costretti a sorbirci le dichiarazioni mirabolanti della Sindaca Raggi sul presunto successo della trovata geniale che avrebbe consentito ‘a tanti romani di vivere la stagione balneare senza sosta praticando sport anche dopo il tramonto’. La verità è che d’estate i lampioni hanno illuminato spiagge deserte, povere di servizi e prive di intrattenimento. E ora continuano a ‘fare luce’ su uno scenario autunnale davvero desolante, indicativo di un intollerabile spreco di risorse pubbliche che forse meriterebbe l’attenzione della Corte dei Conti, perché l’improvvisazione ormai è diventata dolosa e sta causando danni alla collettività.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here