Capodanno, l’appello del sindaco Alessandro Grando

30/12/2017 – “Mi appello al senso di responsabilità di tutta la cittadinanza per evitare che un momento di festa, come il Capodanno, possa avere delle spiacevoli conseguenze”. Con queste parole il sindaco Alessandro Grando ha commentato l’ordinanza che vieta, ad eccezione dell’orario compreso tra le 23:45 del 31 dicembre 2017 e le 0:15 del 1 gennaio 2018, l’accensione ed il lancio di fuochi d’artificio, lo sparo di petardi, lo scoppio di mortaretti, razzi ed altri artifici pirotecnici.

“Mi auguro – ha proseguito Grando – che questo provvedimento rappresenti anche un impulso per evitare che determinati comportamenti possano mettere a rischio non solo la propria sicurezza ma anche quella delle altre persone. Un pensiero, inoltre, deve andare ai più deboli come i bambini, gli anziani e le persone affette da patologie e agli effetti negativi che può causare loro lo scoppio dei petardi. Infine non dimentichiamo gli animali, che accusano in maniera ancora più accentuata i forti rumori e che in rischiano di rimanere feriti, o peggio di morire, nel tentativo di fuggire dal pericolo percepito. Si può festeggiare l’arrivo del nuovo anno anche in modo diverso, magari devolvendo il denaro da utilizzare per l’acquisto dei petardi in qualcosa di socialmente utile, sostenendo associazioni che prestano assistenza alle famiglie in difficoltà economica. Un gesto i cui effetti, a differenza dei fuochi d’artificio, non durerebbe soltanto pochi secondi – ha concluso Grando – ma contribuirebbe a dare sollievo a persone che vivono in condizioni disagiate. Buon anno nuovo a tutti i cittadini di Ladispoli”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here