Sgombero Happy Surf, Horvath e Gianella: “E’ risultato di abbandono delle spiagge”


27/10/2017 – Nei giorni scorsi ha fatto notizia lo sgombero da parte di alcuni cittadini e dei proprietari del chiosco Happy Surf occupato recentemente da alcuni senzatetto. Un avvenimento che pone di nuovo al centro la gestione delle spiagge da parte dell’amministrazione commissariale del Municipio X e da parte di Roma
Capitale.

“Il Movimento 5 Stelle – dichiara Federica Horvath, candidata consigliera per il Municipio X con la lista civica Laboratorio Civico X – ha lasciato otto spiagge del litorale abbandonate senza servizi ne sorveglianza notturna. La motivazione era quella di ripristinare la legalità. Lo sgombero del chiosco di Happy Surf è avvenuto perché, in assenza delle istituzioni, c’è stato un intervento spontaneo ed esasperato dei cittadini. Riportare decoro e legalità – continua Horvath – vuol dire ripristinare le attività a favore dei cittadini come le spiagge attrezzate e trovare soluzioni alternative per le persone fragili. Il degrado non fa che aumentare se si tolgono risorse e posti di lavoro e le persone senza dimora in assenza di interventi sociali e strutture di accoglienza occupano spazi lasciati abbandonati”.

Sulla stessa linea Diego Gianella, anche lui candidato consigliere della lista civica Laboratorio Civico X: “Abbiamo appena superato l’estate dell’abbandono, allontanando di fatto turisti e residenti. Dobbiamo attuare un piano spiagge che parta già da ora, in modo tale da non rincorrere le solite emergenze. I bagni chimici sul lungomare di questa estate sono solo uno dei tanti esempi di abbandono che potrei citare. Purtroppo la povertà è in costante aumento, le persone in strada sono tante. Il turismo – conclude Gianella – potrebbe far aumentare i posti di lavoro e contrastare la povertà. Il turismo potrebbe rialzare le troppe serrande dei tanti piccoli imprenditori del territorio che in questi anni continuano a chiudere i loro esercizi commerciali. Dobbiamo quindi ripartire proprio dalle spiagge”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here