Oltre cento persone per Bozzi presidente

15/10/2017 – Oltre un centinaio di cittadini sono scesi in piazza ieri per sostenere Andrea Bozzi candidato Presidente alle elezioni del prossimo 5
novembre. Davanti alla sede del Municipio X si sono ritrovati giovani, famiglie, professionisti con cartelli e volantini per dire sì all’autonomia. Stanchi delle condizioni del territorio e delle false promesse della politica hanno gridato “Noi periferia di
nessuno” in un ‘assalto’ colorato e pacifico al palazzo del Governatorato di Ostia.
Supportato dai candidati delle liste Ora e Un Sogno Comune il candidato presidente al Municipio X Andrea Bozzi ha sintetizzato gli umori di chi ha deciso di dire basta all’indifferenza di Roma verso un territorio ricco di bellezza, arte e natura e proporre un cambiamento epocale, tanto “folle” da essere il programma elettorale più concreto degli ultimi vent’anni: l’autonomia.

“Vogliamo far conoscere ai cittadini cos’è l’autonomia e i benefici
concreti che il nostro territorio ne trarrebbe. Fino a oggi – ha
sottolineato Bozzi – abbiamo dato fiducia a tutti i partiti, ma
l’evidenza è che il X Municipio è stato completamente abbandonato. Noi
invece possiamo presentarci alle prossime elezioni a testa alta perché
a differenza degli altri non abbiamo nulla da nascondere ma molto da
rivendicare. Siamo romani, la storia di Roma è sul territorio, ma questo sistema di governo non può bastare più. Vogliamo determinare le scelte che valorizzino finalmente questo municipio attraverso azioni che mettano al centro le persone. Vogliamo accedere ai fondi pubblici regionali, statali, europei senza passare da quel carrozzone che è il Comune di Roma. E’ evidente che Roma non vuole cedere il mare di cui si ricorda solo in campagna elettorale: perciò ce lo riprendiamo da soli. Così come solo noi cittadini conosciamo i problemi di tutti i quartieri dimenticati da anni, del valore della pineta, della riserva statale e del turismo. L’autonomia non è un concetto astratto,
cavalcato per ideologia: conosciamo bene i Salvini di turno che vengono qui a fare propaganda per i loro interessi. Noi siamo gli unici in corsa per la guida del territorio che chiedono che il
Municipio X diventi Comune. Lo facciamo perché conosciamo i problemi e le bellezze del territorio e vogliamo rendergli giustizia. Vogliamo
creare lavoro, attrarre investimenti e restituire dignità agli
abitanti del municipio che al 99,9 per cento sono persone per bene
stanche del marchio di mafiosi”.

“Questa sarà una campagna soprattutto social che crescerà grazie al
passaparola. Non faremo manifesti – ha aggiunto Bozzi – vogliamo
riportare il decoro, non contribuire a sporcare la città”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here