Fiumicino, nel garages 11 piante di marijuana

28/09/2018 – Nell’ambito di attività investigativa mirata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, gli agenti della Polizia di Stato del locale commissariato, diretto da Lucia Franchini, dopo attente e articolate indagini hanno acquisito importanti elementi che hanno  permesso di individuare un garage dove venivano coltivate piante di marijuana.

Veniva altresì identificato il proprietario dell’immobile un romano di 50 anni che, proveniente dal quartiere di Torpignattara, in passato era stato già denunciato per reati inerenti gli stupefacenti.

Martedì scorso gli investigatori hanno deciso di passare all’azione perquisendo la proprietà dell’uomo, da dove, peraltro,  fuoriusciva il classico odore di marijuana. Arrivati al garage, i poliziotti hanno riscontrato la presenza di una costruzione in legno adibita a serra, completa dei dispositivi elettrici – lampade U.V.A. e aeratori – l’habitat ideale per la riproduzione e crescita delle piante di stupefacente.

Durante la perquisizione sono stati altresì rinvenuti e sequestrati artifizi pirotecnici non catalogati ed un centinaio di cartucce calibro 12 per uso caccia per la cui detenzione l’uomo non possedeva la prevista autorizzazione. Già nel 1995 infatti gli era stata vietata la detenzione di armi e munizionamento.

Al termine degli accertamenti il 50enne è stato denunciato per violazione della legge sugli stupefacenti nonché per l’inosservanza dei divieti dell’autorità.

E’ finito invece in manette V.D., albanese di 35 anni. Individuato nei pressi di un centro commerciale, l’uomo è stato sottoposto a controllo da parte dei poliziotti che avevano notato alcuni movimenti sospetti. Perquisito, lo straniero nascondeva nella scarpa 4 confezioni di cellophane termosaldate contenenti alcuni grammi di cocaina.

Anche nella camera d’albergo dove dimorava, gli investigatori, hanno sequestrato alcuni grammi del medesimo stupefacente nonché sostanza da taglio, materiale per il confezionamento delle dosi e circa 4 mila euro in contanti, provento dell’attività illecita. Al termine dell’operazione, l’uomo è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here