Ostia Antica, picchia la moglie ripetutamente. In manette 51enne romano

01/08/2018 – È ancora intensa l’attività di controllo che i Carabinieri di Ostia stanno portando avanti per garantire la sicurezza sul territorio nonché prevenire e reprimere i reati in genere. Nella giornata di ieri, i capillari controlli dei militari hanno consentito complessivamente di controllare 64 veicoli, identificare 93 persone e segnalare 2 giovani alla Prefettura di Roma, per l’uso personale di sostanze stupefacenti.
Ad Ostia Antica, i Carabinieri della locale Stazione hanno bloccato e arrestato un romano di 51 anni con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. In particolare, i militari hanno potuto documentare la lunga storia di ingiurie, percosse e vessazioni a cui l’uomo sottoponeva la moglie, che si era rivolta ai Carabinieri dopo aver subito l’ennesimo atto di violenza. Il giudice, condividendo le risultanze emerse dall’indagine posta in essere dai militari, ha disposto che l’uomo fosse associato alla casa circondariale di Regina Coeli.
Ad Ostia, un 37enne, già detenuto agli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio è stato arrestato su disposizione del Tribunale di Roma che, a seguito delle reiterate violazioni della citata misura segnalate in più occasioni dalla locale Stazione Carabinieri, ne ha disposto la traduzione presso il carcere di Regina Coeli.
In piazza della stazione del Lido è stato notato e controllato un 37enne, già sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di P.S.. L’uomo, che alla vista dei militari ha tentato di allontanarsi, si trovava, in palese violazione della citata misura, in compagnia di altri due soggetti sottoposti a misure di prevenzione, nonchè della ex compagna, nei cui confronti lo stesso era gravato dalla misura del divieto di avvicinamento emessa dal Tribunale di Roma. L’uomo è stato arrestato e trattenuto nelle camere di sicurezza del Gruppo Carabinieri di Ostia in attesa dell’udienza di convalida.
All’Infernetto è stato identificato e denunciato in stato di libertà un 29enne incensurato, per “falsità materiale commessa da privato”. L’uomo nell’occasione si è recato presso il locale Ufficio Postale presentando la propria carta d’identità. L’impiegato, insospettito da alcuni dettagli presenti sul documento ha allertato i Carabinieri che, intervenuti sul posto, hanno accertato la contraffazione del documento d’identità al quale l’uomo aveva abilmente variato alcuni dati, sostituendovi anche la fotografia. I militari hanno proceduto al sequestro del documento e alla denuncia del malfattore.
I Carabinieri di Ostia, nell’ambito di uno specifico servizio, hanno arrestato una coppia di giovani incensurati di 19 e 22 anni, per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”. I militari hanno perquisito l’abitazione della coppia in via Francesco Orioli, riuscendo a scovare molteplici dosi di stupefacente di vario tipo, 4 piantine di marijuana, materiale per la pesa ed il confezionamento della droga e la somma di €.550,00 in contante, provento dell’illecita attività di spaccio. La coppia è stata sottoposta agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida, mentre lo stupefacente, il denaro e tutto il materiale per il confezionamento è stato sequestrato.
Nel medesimo contesto operativo, le manette ai polsi sono scattate ad Ostia per un altro spacciatore. I militari, insospettiti dall’atteggiamento di un 29enne incensurato del posto, hanno deciso di controllare l’uomo. La successiva perquisizione, estesa anche all’abitazione del soggetto, ha consentito di rinvenire, abilmente occultati all’interno di una delle stanze della casa, oltre 300 grammi di marijuana. L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here