Fiumicino, bagarre al consiglio sul Ponte della Scafa: Marsella (CasaPound) espulso dall’aula

31/08/2018 – Bagarre in aula al consiglio comunale di Fiumicino dove erano invitati anche la giunta ed i consiglieri del X Municipio per discutere della situazione derivante dalla parziale chiusura del Ponte della Scafa a causa della necessità di ingenti lavori di manutenzione straordinaria.

Il consigliere di CasaPound Luca Marsella è stato espulso ed accompagnato fuori dall’edificio dalla Polizia Locale, dopo aver interrotto e contestato duramente il sindaco Montino del Pd “reo” secondo Marsella di essere la causa della situazione del Ponte della Scafa insieme al Pd e al presidente della Regione Lazio Zingaretti. “Ci sono voluti i 43 morti di Genova per iniziare l’attuazione delle verifiche, che erano state precedentemente bloccate in occasione della campagna elettorale, creando un rischio per i cittadini – ha detto Marsella – Per anni le amministrazioni hanno ignorato la situazione ed oggi il ponte viene chiuso senza alcuna relazione tecnica. Il Ponte della Scafa non può costituire l’unico collegamento tra il X Municipio e Fiumicino: va realizzato un nuovo ponte che colleghi Dragona a Parco Leonardo. Ho verificato tramite accesso agli atti che per il progetto del nuovo Ponte della Scafa fino ad oggi sono stati buttati almeno 5 milioni di euro senza che siano mai iniziati i lavori, a causa delle mille problematiche legate all’inadeguatezza del progetto. Inoltre la realizzazione del nuovo ponte durerebbe almeno 5 anni, mentre la criticità riguarda il presente e interessa anche il viadotto dell’aeroporto, gravemente a rischio. Non serve un nuovo Ponte della Scafa, che basterebbe raddoppiare; o meglio serve, ma solo ad ingrassare le tasche di sindaci e politici. Quella di oggi era solo una passerella che si perpetra da giorni: mentre i cittadini non potevano andare al lavoro, Montino fermava i lavori con il suo staff – ha concluso Marsella – per rilasciare interviste”.

DE SANTIS (PD) – “Un Consiglio Comunale congiunto tra Roma Capitale ed il Comune di Fiumicino”, così in una nota Flavio De Santis, Segretario del PD Roma X e Luigi Giordano, Segretario dell’Unione Comunale del PD di Fiumicino, “visto che anche oggi la Sindaca Raggi, nonostante l’invito, non ha partecipato al Consiglio Comunale di Fiumicino insieme a quello del Municipio X, chiediamo urgentemente che Roma Capitale convochi il proprio consiglio, assieme a quello di Fiumicino, al fine di discutere del nuovo Ponte della Scafa e del Ponte di collegamento tra Dragona e Parco Leonardo. Infatti, mentre il Comune di Fiumicino ha già terminato il proprio iter per il nuovo Ponte della Scafa ed ha già adattato la propria viabilità al nuovo collegamento all’altezza di Parco Leonardo, Roma Capitale, nonostante i proclami di pochi mesi fa, ancora non procedere a quanto di sua competenza per il nuovo Ponte della Scafa. Per non parlare dell’ipotetico Ponte di Dragona, inserito nel Piano Regolatore del 2008, di cui oramai si è persa completamente traccia. Trattasi invece di opera di primaria importanza per tutti i cittadini dell’entroterra e non solo.
È ora che la Sindaca Raggi affronti la realtà, ovvero che i collegamenti con Fiumicino riguardano anche Roma e i suoi cittadini, e si assuma le proprie responsabilità.”

MASI (FI) – “Il Consiglio Straordinario tra X Municipio e Comune di Fiumicino ha prodotto delle linee comuni per affrontare l’emergenza dovuta alla chiusura parziale del Ponte della Scafa. Nel documento del X Municipio abbiamo fatto inserire il sollecito a incrementare le risorse a disposizione della Polizia Locale di Roma Capitale, è emerso infatti ancora con più evidenza l’abbandono del nostro territorio da parte del Sindaco Raggi. Mentre Fiumicino è organizzata già da giorni in tutto, noi aspettiamo che il Sindaco si decida, per  esempio, a mandare più vigili. Ha partecipato al Consiglio l’Assessore Meleo a cui abbiamo fatto presente la necessità di una maggiore presenza, politica e fisica della Raggi rispetto a un problema che rischia di mettere in ginocchio la viabilità di un intero quadrante di città e coinvolge di fatto anche l’Aeroporto più importante d’Italia e le abbiamo chiesto di farsi latore dell’esigenza di inviare immediatamente rinforzi alla Polizia Locale del X Municipio, non ci ha risposto considerando polemiche le nostre richieste. Mentre Fiumicino ha un Sindaco con cui confrontarsi, noi siamo orfani di una Amministrazione Capitolina troppo concentrata sui progetti di sterilizzazione dei topi per farsi vedere a Ostia e confrontarsi con la cittadinanza”. Lo dichiara il Capogruppo di Forza Italia in X Municipio Mariacristina Masi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here