Controlli del territorio, in manette un 38enne per rapina e tentata violenza sessuale

16/07/2018 – È sempre intensa l’attività di controllo che i Carabinieri di Ostia sta portando avanti per garantire la sicurezza sul territorio nonché prevenire e reprimere i reati in genere.
Nella giornata di ieri i Carabinieri hanno sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria un 43enne, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo aveva aggredito e molestato in strada una donna di 38 anni: ottenuto un netto rifiuto dalla vittima il 38enne l’ha colpita ripetutamente con calci e pugni, sottraendole due telefoni cellulari e dandosi alla fuga. A seguito delle immediate ricerche eseguite nella zona dai Carabinieri della Stazione di Acilia, a cui la vittima aveva chiesto aiuto fornendo una sommaria descrizione del suo aggressore, l’uomo è stato rintracciato e trovato in possesso della refurtiva. La vittima, lievemente ferita, è stata accompagnata al Nucleo di Cure Primarie mentre il malfattore, che dovrà rispondere di rapina, lesioni personali e tentata violenza sessuale, è stato associato al carcere di Regina Coeli.
Un mirato servizio finalizzato alla prevenzione e al contrasto dei reati in materia di stupefacenti, ha consentito di far scattare le manette ai polsi di un 32enne incensurato, residente a Fiumicino, responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I Carabinieri della Stazione di Ponte Galeria hanno perquisito l’abitazione dell’uomo rinvenendo 93 gr di cocaina, quasi 200 gr di hashish, la somma di 640 in contanti ritenuta provento dell’attività illecita, nonché materiale per il confezionamento della droga. Le verifiche estese anche all’auto in uso al 32enne, hanno consentito di recuperare altre dosi di cocaina nascoste nell’abitacolo del veicolo. Il pusher è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Civitavecchia.
Ad Ostia, in piazzale della Stazione Lido, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Ostia hanno controllato un 43enne che si stava aggirando in atteggiamento sospetto fra le auto in sosta. L’uomo, un senza fissa dimora con precedenti, nel tentativo di sottrarsi al controllo, ha spintonato i militari nel tentativo di nascondere un cacciavite lungo 20 centimetri. I militari sono riusciti a bloccare l’esagitato, denunciandolo per resistenza a pubblico ufficiale e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli, e a sequestrare il cacciavite.
Infine, un 41enne di Zagarolo è stato denunciato a piede libero per l’inosservanza delle prescrizioni imposte dal divieto di dimora nel Comune di Roma cui era sottoposto. L’uomo, in evidente violazione della misura, è stato fermato in piazza Gasparri mentre si stava accompagnando con un pregiudicato del posto.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here