Cristoforo Colombo, perde il controllo dello scooter e si schianta contro un pino. Muore la 21enne Noemi Carrozza

La giovanissima era una promessa del nuoto sincronizzato azzurro. La tragedia forse per l'asfalto dissestato

16/06/2018 – Un futuro luminoso che nel primo pomeriggio di ieri si è improvvisamente dissolto quando lo scooter guidato da Noemi Carrozza si è schiantato contro un pino.

Scenario via Cristoforo Colombo all’altezza del km 26,600 a poca distanza da via della Villa di Plinio a Ostia. E’ qui che pochi minuti prima delle 14.45 la giovane, appena 20 anni, per cause ancora al vaglio degli inquirenti, ma non viene escluso che la colpa sia riconducibile al manto stradale sconnesso, ha perso improvvisamente il controllo del suo Derby schiantandosi contro l’albero. Un urto violentissimo che ha lasciato in terra la ragazza in gravi condizioni. Soccorsa è stata  trasportata in codice rosso all’ospedale G.B. Grassi dove i medici hanno fatto di tutto per salvarla. Il suo cuore però ha smesso di battere alle 16.20.

Noemi, Memi per chi le era più vicino, ex allieva dell’It Faraday di Ostia, avrebbe compiuto 21 anni il prossimo 11 settembre, nella sua vita c’era una grande passione per il nuoto sincronizzato di cui era una promessa. Aveva infatti partecipato con la nazionale azzurra al Mondiale di Baku nel 2015 ed aveva preso parte a numerose competizioni internazionali.

E sono in tanti nel mondo sportivo a piangere adesso la giovane sportiva tesserata per la società romana All Round, a partire dalla Federazione Italiana Nuoto che ha dato notizia della morte della sincronette.

“Giungano a familiari, società ed amici le più sentite condoglianze dal presidente Paolo Barelli, dai presidenti onorari Salvatore Montella e Lorenzo Ravina, dai vice presidenti Andrea Pieri, Francesco Postiglione e Teresa Frassinetti, dal segretario generale Antonello Panza, dal consiglio e dagli uffici federali, dal CT delle squadre nazionali Patrizia Giallombardo, da tutti gli staff tecnici e dall’intero movimento”, si legge sul sito della Federnuoto.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here