CALCIO – Mundialido, si chiude la prima fase. Scattano gli ottavi

12/06/2018 – È tempo di primi verdetti al Mundialido 2018. Lo scorso fine settimana è terminata la prima fase, che ha decretato le prime eliminazioni e allo stesso tempo aperto le porte alle squadre che giocheranno la fase finale. Si proseguirà da domani con gli ottavi a eliminazione diretta.

LINGUA AFRICANA Fino a questo momento è una 20ma edizione che parla africano, infatti tra le 16 formazioni che proseguiranno l’avventura ben 8, 9 se consideriamo anche International, provengono dal continente africano. Al termine della fase a gruppi troviamo ben cinque squadre a punteggio pieno, Capo Verde, Senegal, Brasile, Perù e Marocco. Nel girone A i capoverdiani, campioni nel 2016, hanno continuato a stupire, 19 gol fatti e 1 solo subito, una macchina oliata per arrivare in fondo. Bene anche il Congo, per la Romania si tratta della prima volta che viene ripescata come migliore terza e affronterà un osso duro come il Senegal. I campioni in carica non hanno avuto problemi nel girone B e volano, forti della loro leadership. Bene anche l’Ucraina. Eliminata la Libia che ha avuto un comportamento esemplare sia nella condotta, sia nella presenza e nell’organizzazione.

RITMO SUDAMERICANO Il Brasile ha fatto la voce grossa con tre su tre. L’Etiopia con due successi si qualifica agli ottavi, si tratta della prima volta in assoluto. L’Honduras continua l’avventura come miglior terza, mentre la Rappresentativa Rom saluta il Mundialido, un plauso per la correttezza e l’educazione. Arriva nel girone D la conferma del Gambia, mentre la Costa d’Avorio è la vera sorpresa con 2 vittorie e 1 pareggio, così al comando sono in due. Davvero un peccato per El Salvador, che per una sola rete non conquista gli ottavi. Anche il Perù nel girone E ha fatto la voce grossa con tre vittorie e ora non si vuole fermare. Molto bene anche l’International che ha collezionato 4 punti, come la Nigeria, sarà la rivelazione?

DELUSIONE ITALIA Chi ha sicuramente deluso le aspettative è l’Italia. La squadra di “casa” ha davvero sfruttato male la grande occasione per mostrarsi. Gli azzurri hanno fatto una pessima figura con tre sconfitte al passivo e il non esser riusciti a emergere. Un’altra squadra che ha deluso è l’Irlanda che lo scorso anno aveva fatto un bel cammino. Può esser l’anno del Marocco? Finora i nordafricani hanno fatto percorso netto con 3 vittorie e si candidano per un posto tra le migliori. Ok anche la Colombia, trascinata dai gol di Luis Valentia Bonilla. Squadra simpatia Filippine.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here