ABBIAMO RICEVUTO – Stadio della Roma: i dubbi dell’impatto del progetto nel X Municipio

 Il Coordinamento dei Comitati Entroterra X Municipio presenta le proprie osservazioni sul progetto dello Stadio della Roma in località Tor di Valle, che avrà inevitabili ripercussioni nella vita degli abitanti del Municipio X

12/06/2018 – “Il X Municipio, grande escluso tra i soggetti coinvolti nel percorso consultivo avviato per il progetto del nuovo stadio della Roma in località Tor di Valle (ovvero del Business park, considerato che ospiterà non soltanto le partite dello stadio, ma tutto un insieme di dipendenti e mezzi per il trasporto merci attivo 365 giorni l’anno),non solo non trarrà alcun beneficio da questo progetto, ma accoglierà solo svantaggi in termini di mobilità e viabilità.

L’abbandono dell’idea iniziale di creare una diramazione della linea B della metropolitana per raggiungere l’area di Tor di Valle, l’assenza di finanziamenti per il ponte di Traiano e l’unificazione della Via del Mare con l’Ostiense soltanto nel tratto da Marconi a Tor di Valle, comporteranno l’inevitabile ripercussione sia sul traffico veicolare  sia sulla tratta del treno Roma Lido.

Uno scenario poco rassicurante per i cittadini del decimo municipio, che da anni già subiscono disagi e disservizi e che vedrebbero vanificate le giuste aspettative di un miglioramento della qualità di vita.

Senza dimenticare i dubbi suscitati dalle possibili conseguenze idrologiche ed ambientali che la realizzazione del  Business Park potrebbe comportare anche nel Municipio X, intervenendo con 200.000 mq di cemento in un’area alto rischio idraulico (R3 R4)

I comitati chiedono

– che sia assicurata la certezza sulle risorse economiche per il potenziamento della Linea Roma-Lido, individuando puntualmente tutte le azioni necessarie, i relativi costi e tempi di realizzazione, precisando le fonti di finanziamento e i relativi soggetti attuatori. Chiedono altresì di ridefinire complessivamente il cronoprogramma del progetto Stadio-Business Park, rendendolo coerente con il cronoprogramma dei lavori di potenziamento della linea, nonché di rivedere il progetto di spezzettamento della linea in due tratte.

– che non venga approvata alcuna proposta progettuale (iniziato nessun lavoro) prima che l’area non sia stata declassata da rischio idraulico R3 R4 a R2 e adottate le misure appropriate per impedire che possano concretizzarsi effetti potenzialmente pericolosi di qualsiasi fenomeno e processo, anche perché si sarebbero potute scegliere altre aree, non solo in base al diritto, ma soprattutto al buon senso”.

Comitati aderenti al Coordinamento Comitati Entroterra Municipio X
CDQ Acilia Nord 2018
CDQ Casalbernocchi
CDQ Casaletto Sanpaolo Case Basse
CDQ Dragona
CDQ Dragoncello
CDQ Giardino di Roma
CDQ Madonnetta
CDQ San Francesco
CDQ Stagni di Ostia
Associazione Curtis Draconis
Associazione Infernetto Sicuro
Associazione Ostia in Bici

Comitati/associazioni che hanno aderito e condiviso la nota di osservazioni:
CDQ Acilia Centro Sud M.ti San Paolo
CDQ Axa Sicura
CDQ Idroscalo
CDQ Infernetto
CDQ Palocco
Comitato Parchi Nazionali
Gruppo Alberi Sacri
Sos Soccorso Cittadino
Ciclofficina Popolare Acilia

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here