Vigili, la replica del M5S: “Richiesta inviata già l’11 maggio”

26/05/2018 – “Il delegato Cisl Paciocca del gruppo della Polizia Locale del X Mare, decida se fare il sindacalista o il politico”. Lo dice in una nota il Capogruppo del Movimento 5 Stelle del X municipio di Roma Capitale Antonio Di Giovanni replicando alla nota della Cisl sull’assunzione di nuovi agenti della Polizia locale.

“Partiamo dal fatto, che non si trattava di Consiglio straordinario, ma ordinario e la maggioranza non ha soffocato nessun grido d’aiuto del Presidente del X municipio.
Appare evidente che il Paciocca, anziché informarsi presso le sedi competenti, si fa imboccare dalle informazioni provenienti dalle opposizioni, facendo da spalla a chi oltre a strumentalizzare le azioni di questa Amministrazione, tende a mistificare la veridicità dei fatti.
La mozione respinta, a cui fa riferimento lo zelante sindacalista, in cerca di visibilità, presentata dal Gruppo politico “Ora – Sogno comune”, ha ricevuto il voto contrario della maggioranza per la pleonasticità del suo dispositivo.
In sintesi, chiedeva di impegnare il Presidente Giuliana Di Pillo ad adoperarsi verso la Sindaca a fare una richiesta peraltro già inoltrata nei giorni precedenti che richiedeva un maggior numero di vigili urbani vincitori del nuovo concorso. La Presidente con atto protocollato l’11 maggio c.a. , quindi antecedente alla mozione presentata, ha assolto a questa esigenza chiedendo con forza agli organi competenti un congruo numero di agenti da destinare al nostro territorio, evidenziando le problematicità che ne auspicano un assegnazione oculata, per migliorare tutti quei servizi ad oggi in evidente sofferenza. Stia tranquillo quindi Paciocca e cerchi di attingere notizie all’interno della propria amministrazione, dove – conclude Di Giovanni – sicuramente troverà il documento in questione, piuttosto che cimentarsi in dichiarazioni pretestuose e prive di fondamento. Ricordo a chi dovrebbe rispettare l’etica del sindacato, che la mistificazione, trasforma la realtà e da alla comunicazione un carattere strategico ed interessato, sicuramente non utile alla comunità del nostro territorio”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here