Torna la Sagra del Pesce di Fiumicino

29/05/2018 – Si scaldano i “fornelli” per una delle manifestazioni regine di Fiumicino, nata nel 1970 dalla volontà di alcuni pescatori della zona di nobilitare e far conoscere le origini marinare della Città: pronti 18 quintali di calamari, gamberi, pesce di paranza e 6 di cozze per esseri fritti nella Padella gigante. Una tre giorni per festeggiare il prodotto tipico di Fiumicino.
Sono i numeri della 48° “Sagra del Pesce – Festa delle tradizioni marinare della Città di Fiumicino”, organizzata dalla Pro Loco con il  patrocinio del Comune costiero, della Regione Lazio e dell’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia, in scena dall’8 al 10 giugno a ridosso del Molo di Levante del porto canale,  tra piazzale Molinari e piazzale Pozzoli, scenario ormai abituale dell’appuntamento.

Oltre allo stand gastronomico e all’area ristoro, curati dai volontari della Pro Loco, ci sarà un’area dedicata agli spettacoli serali, che inizieranno alle 21: in agenda l’8 giugno il divertente Concerto dei dAltroCanto: sul palco 28 coristi e 6 musicisti per una prima parte  dedicata a celebri musical (Mary Poppins, Mamma Mia, Saranno Famosi, ecc.), film e telefilm;  la seconda alle sigle dei cartoons anni 80; il 9 giugno le cover anni 60770 dei The Tram Tracks; il 10 giugno una serata all’insegna dei mitici anni ’80 con la cover band I love 80s.

Inoltre, il tradizionale mercatino d’artigianato e prodotti tipici. La parte scenografica dell’evento è garantita dalla presenza della padella gigante, specificatamente costruita per l’evento e con numeri da record. Ha un diametro di 4 metri ed è alta da terra circa 2 metri. E’ formata da 5 vasche della portata di 800 litri d’olio, 12 bruciatori antivento a gas, forniti di tutti i dispositivi di sicurezza e 20 cestelli di contenimento del pesce.

Le vasche, tra loro isolate, consentono di gestire la frittura al meglio, secondo la tipologia di pesce ed è inoltre possibile sostituire l’olio vasca per vasca, mentre le altre restano in funzione:  in questo modo non si interrompe la produzione di fritture. L’apertura, per le degustazioni, dello stand gastronomico, è fissata venerdì 8 e sabato 9 alle ore 20; domenica 10 alle ore 18, fino ad esaurimento prodotti.

Nelle serate di venerdì e sabato i volontari serviranno il “sauté di cozze”, un primo di pasta a base di pesce, il caratteristico fritto di calamari e gamberi con contorno di patatine oltre ad acqua e vino bianco.

Domenica 10, la frittura sarà servita in un nuovo piatto in ceramica coniato, ormai ambito oggetto da collezione: con il caratteristico logo della Sagra del Pesce, marchio registrato a tutela dell’originalità.

“Speriamo in una buona affluenza di pubblico e nel bel tempo – spiega il presidente della Pro Loco, Giuseppe Larango, da poco riconfermato alla guida del sodalizio di Piazza Grassi – lo scorso anno siamo arrivati a distribuire 23 quintali di pesce e confidiamo di superare questo bel record. Come sempre la buona cucina sarà accompagnata dal mercatino e dalla musica dal vivo sul palco centrale. Aspettiamo tutti per passare insieme queste tre serate di festa”.

L’ingresso all’area del mercatino e degli spettacoli serali, è libero e gratuito, mentre per lo stand gastronomico è previsto un contributo a parziale copertura dell’acquisto dei prodotti. L’iniziativa richiama ogni anno nei tre giorni di Sagra, non meno di 15.000 persone, tra cittadini residenti, escursionisti della Regione Lazio, e numerosi stranieri in sosta per esigenze di traffico aeroportuale, che approfittano dell’occasione per scendere in città a godere di quest’evento caratteristico e pittoresco.

La Sagra si configura inoltre come Ecofesta in quanto la maggior parte dei prodotti di consumo sarà fornito in materiale compostabile per ridurre la quantità di rifiuti plastici.

Per informazioni scrivere a info@prolocofiumicino.it o contattare i recapiti 06.65047520 – 329.3682161

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here