RUGBY – Nea Ostia, “Under 10 a due velocità”

09/04/2018 – Il raggruppamento di Pomezia non è stato per l’Under 10 della Nea Ostia Rugby uno dei migliori giocati sino ad ora anche se una delle due squadre schierate ha fatto bottino pieno come numero di vittorie. Per i tecnici Fabiano ed Andrea le partite sono state improntate troppo sul singolo e poco sul collettivo, sulla squadra, disattendendo a quanto era stato allenato in settimana.

Dalle parole di coach Fabiano un sunto delle partite giocate: “Quando abbiamo la possibilità di schierare due formazioni lo facciamo sempre e cerchiamo di equilibrarle quanto più possibile. Anche nel raggruppamento di Pomezia ci siamo attenuti a questa regola anche se alla fine i risultati sono stati molto discordanti fra le due squadre; una le ha vinte tutte, l’altra perse tutte compreso il derby fra la gialla e la nera. In settimana abbiamo lavorato molto per un gioco più aperto, più collettivo, meno incentrato sull’iniziativa personale; domenica questo non l’ho visto anche nella formazione più vincente. E’ importante che i ragazzi sappiano trovare le risorse e l’efficacia di un gioco collettivo perché con la partecipazione di tutti riusciamo ad impostare il nostro gioco e quasi sempre a portare a casa il bottino pieno anche con formazioni di livello. Con Andrea ci siamo ripromessi di lavorare in settimana su questo aspetto, questo servirà a far crescere ulteriormente il livello della squadra e soprattutto a far crescere i meno esperti. Non perdiamo mai di vista l’aspetto più divertente del gioco del rugby soprattutto per un Under 10 ma dobbiamo anche insegnargli le regole del gioco e come si gioca per non farli sentire in difficoltà quando saliranno nelle categorie superiori.” Un’analisi attenta e precisa di coach Fabiano che assieme a coach Andrea hanno svolto e stanno svolgendo un lavoro di crescita attento e meticoloso con gli Under 10 mantenendo fede alla policy della società per le categorie Minirugby, crescere con il rugby divertendosi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here