X Municipio, polizia locale a guardia delle buche. Paciocca: “Segnaleremo la situazione alla Procura”

24/2/2018 – Gli agenti della Polizia locale del X gruppo usati per fare la guardia alle buche. Accade nel X Municipio dove l’ondata di maltempo ha devastato le strade riducendole in un susseguirsi di buche e voragini. “Gli agenti e gli ufficiali della Polizia Locale, di servizio nel Decimo municipio, da ieri notte stanno combattendo per abbattere gli indici di rischio e le insidie che la pessima efficienza delle nostre strade rivelano, soprattutto, nei periodi di pioggia ininterrotta.” A denunciarlo è Raffaele Paciocca delegato Cils della polizia locale del X gruppo Mare.

“Tuttavia occorre rilevare che se il maltempo è un fattore di imprevedibilità di sicuro mantenere in continuità gli appalti per la manutenzione delle nostre disastrate strade è un preciso dovere delle Amministrazioni che governano la Città. E’ già successo in passato che la Polizia Locale ha dovuto “tappare” buche per senso di responsabilità e per prevenire effetti catastrofici sulla salute dei cittadini. Avere in carico oltre 30 interventi per buche segnalate dai cittadini, di cui oltre 15 causa di incidente, – prosegue – non avere a disposizione ditte vincitrici di appalto per la manutenzione di lotti del territorio, ci fa sentire disarmati e ci rende inefficaci. Nella notte tra venerdì e sabato una pattuglia è rimasta a presidio di una buca senza poter garantire altri servizi (tutela dal rumore, rilevazione di incidenti stradali) a cagione della scadenza dell’appalto il giorno 21 febbraio.
Non dimentichiamo che, oltre ai costi per i contribuenti, questa situazione crea rischi per la incolumità degli utenti della strada e dispendio di risorse economiche a carico del capitolo per il contenzioso del Comune. E’ di questi giorni il fatto notorio di un cedimento, in zona Balduina, di una vasta area limitrofa ad un cantiere.Non sempre le buche che ci vengono segnalate sono semplici dissesti stradali.Occorre un impegno serio e pianificato, la continuità degli appalti di manutenzione deve essere affiancata da un attento monitoraggio della efficienza delle strade. Non è più tollerabile agire rincorrendo l’emergenza. Stiamo valutando – annuncia – l’ipotesi di segnalare alla Procura della Repubblica una verifica sulle responsabilità di tali mancanze”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here