VOLLEY – Rimontona Acqua & Sapone, battuto Scafati 3-1

05/02/2018 – Sotto 1-0, 18-13 nel secondo, quando tutto faceva presagire a un finale scontato, ecco l’Acqua & Sapone Volley Group dalle mille risorse, mentali prima e fisiche dopo. La squadra di Cavaioli con voglia e determinazione ha cambiato passo, invertito una rotta che avrebbe portato alla deriva e conquistato un grande match per 3-1 contro la Givova Scafati. Le romane hanno giocato per un set e mezzo da 4, in cui non ha funzionato praticamente nulla dal servizio al cambiopalla e all’attacco. Poi qualche cambio e l’inversione di marcia. Chiuso il secondo set per 26-24, nel terzo e quarto si è vista un’altra squadra, che ha battuto bene, murato in maniera impeccabile con De Arcangelis e Mazzoni in grande spolvero, messo sotto pressione alle avversarie con attacco e fase break. Saccomani e Percan sono cresciute, ma Alice De Luca Bossa, entrata nel secondo, ha contribuito a cambiare le carte in tavola. Ha distribuito bene e servito più il centro, decisivo per la vittoria finale. E si torna in zona playoff.

Primo set sotto 9-2 con una battuta molto irregolare e un gioco tra alti e bassi. La squadra non riesce a ingranare, poi al piccolo trotto con De Luca Bossa e Rossi qualcosa cambia, meglio il cambiopalla fino al 14-17, poi il recupero fino al -1. Ma di nuovo si perde l’attenzione (25-19). Nel secondo parte male la squadra di casa, soliti problemi in battuta e soprattutto nella costruzione del gioco con ricezione e contrattacco da dimenticare. Scafati schizza via fino al 13-18, poi la rincorsa di Roma che cambia rotta, più efficace in battuta e attacco che cresce. Anche il muro aiuta. Roma infila un parziale di 4-1 e poi a poco a poco fino al 23-23, al secondo tentativo con una Mazzoni in attacco e a muro pareggia (26-24). Nel terzo set la marcia cambia, la fiducia torna e anche il gioco. Alice De Luca Bossa di nuovo in campo al posto di De Meo, la squadra prende coraggio e inizia a incidere fin dalla battuta (12-4), contrattacco e fase break importante con le campane che calano alla distanza (13-6), poi è filato tutto liscio fino alla fine (25-17). L’inizio del quarto è stato sofferto, la concretezza e la maggiore valenza tecnica delle romane hanno prevalso. Bene in tutti i fondamentali (16-9), la squadra di Cavaioli ha amministrato e chiuso (25-13).

Il commento del tecnico Fabio Cavaioli. “Purtroppo ci capita spesso di fare questo tipo di prestazioni tra alti e bassi, poi quando ci scrolliamo di dosso il timore andiamo, ci sono dei momenti in cui non giochiamo, commettendo tanti errori, anche il secondo sembrava compromesso, poi sono uscite fuori delle risorse importanti e ci siamo liberate da questo incubo e presi quello che volevamo, i tre punti. Volevamo la vittoria ed è arrivata, andremo a lavorare. È stato un problema mentale, devo fare i complimenti alle ragazze che sono entrate e hanno fatto il loro molto bene sulle indicazioni date, se questa squadra si libera dai propri incubi è dura per tutti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here