Pomezia, distrugge con la motosega i mobili di casa della ex e la minaccia di morte

20/02/2018 – I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pomezia hanno arrestato un 67enne italiano, già conosciuto alle forze dell’ordine, con le accuse di atti persecutori e minaccia aggravata.

A seguito di una telefonata giunta al 112, i Carabinieri sono intervenuti nell’abitazione della ex moglie dell’uomo, 45enne rumena, dove vive con un coinquilino, 47enne bulgaro, affittuario di una parte dell’appartamento.

Al loro arrivo, i Carabinieri hanno notato che l’uomo, molto alterato, aveva distrutto i mobili dell’abitazione con una motosega, che ancora imbracciava, e brandiva in direzione della dona che minacciava di morte.

Alla vista dei militari però, il 67enne ha subito desistito dal suo intento, appoggiando a terra la motosega e consegnandosi ai Carabinieri.

I successivi accertamenti hanno permesso di stabilire che non si trattava del primo episodio di violenza ai danni della ex moglie. L’arrestato è stato portato e trattenuto in caserma in attesa di processo con rito direttissimo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here