Dalla Regione Lazio fondi per il “Grande Progetto” di Ostia Antica e il ripascimento delle spiagge

28/02/2018 – 370 milioni di euro di cui circa 40 per il X Municipio. Sono i fondi destinati dalla Regione Lazio dei 370 che il CIPE, il Comitato interministeriale per la programmazione economica, ha sbloccato e che la Regione utilizzerà per interventi a largo raggio. Dei fondi disponibili 18 milioni di euro serviranno per il ripascimento delle spiagge e la tutela della costa che si spera possano coinvolgere anche il mare lidense devastato dall’erosione e che ormai da anni attende interventi decisi.

“Una svolta per il nostro territorio e una bella vittoria. Ci lavoriamo da tre anni e l’abbiamo portata a casa. Si tratta di fondi fondamentali per il rilancio economico e la messa in sicurezza del nostro territorio e che verranno utilizzati per progetti in diversi settori dai trasporti, alla tutela ambientale, passando per la formazione e le grandi infrastrutture. Grazie all’impegno del Governo potremo portare a compimento opere cruciali per lo sviluppo come la superstrada Orte-Civitavecchia e comprare nuovi treni per i pendolari. Interverremo per il ripascimento delle spiagge e la tutela ambientale e per realizzare il Piano regionale di Piste Ciclabili”. Lo ha dichiarato il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti in merito al via libera definitivo ai nuovi investimenti approvati dal Cipe.

Nello specifico per le Infrastrutture sono stati sbloccati 50 milioni di euro destinati alla copertura economica per la realizzazione della Superstrada Orte-Civitavecchia nel 1° tratto Cinelli-Monteromano; 50 milioni di euro per l’autostrada Teramo-L’Aquila-Roma; 24 milioni di euro per la manutenzione straordinaria delle Ferrovie ex-concesse; 10 milioni di euro per il completamento della Ferrovia Formia-Gaeta (detta ‘Littorina’); 6 milioni di euro per gli interventi di ripristino della linea ferroviaria Priverno-Fossanova-Terracina (intervento complessivo di 10 mln, i restanti 4 mln da fondi SIE 2014/2020); 10 milioni di euro per l’attuazione del Piano regionale per le Piste Ciclabili; 30 milioni di euro per interventi di manutenzione straordinaria della rete viaria regionale.

Per quanto riguarda gli interventi per la tutela Ambientale 15 milioni di euro sono destinati alla messa in sicurezza idraulica della Media Valle del Tevere (altezza Monterotondo Scalo);18 milioni di euro per il ripascimento delle spiagge e la tutela della costa; 14,5 milioni di euro per la bonifica dell’amianto negli edifici pubblici (scuole, ospedali ecc..). Una quota delle risorse sarà destinata al litorale e in particolare ad Ostia: 32 milioni di euro per la realizzazione del Grande Progetto di Ostia Antica (che coinvolge anche Portus a Fiumicino) e  8 milioni di euro per la realizzazione del Politecnico del Mare – Roma Tre (riqualificazione dell’ex Enalc Hotel);

La Regione Lazio partecipa inoltre con circa 28 milioni di euro al finanziamento dei Contratti di sviluppo del Mise, con 6,6 milioni di euro al Programma Scienze della Vita (Ministero della Salute) e con 7,7 milioni di euro al Programma per l’Impiantistica sportiva (focalizzato sulle periferie).

“Grazie al piano del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo approvato oggi dal CIPE, Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica, anche il patrimonio storico e culturale di Fiumicino sarà oggetto di investimenti che puntano alla valorizzazione turistica dei nostri siti archeologici. In particolare 32 milioni di euro è lo stanziamento dedicato all’area archeologica di Ostia e Fiumicino”. Lo afferma il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino. “Fondi che serviranno alla promozione di luoghi splendidi che meritano l’attenzione di un pubblico sempre più vasto. In particolare la proposta d’intervento al Parco Archeologico dei Porti Imperiali di Claudio e di Traiano, come spiega il Ministero “vuole riconnettere il complesso archeologico di Portus in un sistema di visita unitario ma articolato nelle due parti in cui è oggi divisa la proprietà demaniale, che ne esalti il carattere di paesaggio, il valore storico-artistico e naturalistico e le diverse componenti al suo interno: complesso del porto di Claudio, complesso delle navi antiche, parco del porto di Traiano”.

“Ringrazio il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini – prosegue Montino – associazioni per questa notizia che farà felice tanti nostri cittadini e comitati, penso a quello promotore del Parco Archeologico di Ostia Antica e Fiumicino. Portus rappresenta una grande opportunità di sviluppo. Dal 2013 a oggi le visite nell’area archeologica di Portus sono passate dalle 4000 unità annue ai 27mila visitatori del 2017. Come Amministrazione continueremo a promuoverne la storia in collaborazione con la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma, attraverso iniziative dedicate. Penso alle aperture straordinarie durante le nostre Notti Bianche, a ‘Portus, tra passato e presente’ e ‘Nel segno dell’articolo Nove’, due iniziativededicate agli studenti del territorio, ma anche agli spettacoli delle ‘Traianee’ ospitati nella bellissima cornice delle Colonnacce o alle giornate di ‘Navigare il Territorio’ in collaborazione con Adr.  Questa nuova opportunità  offerta dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo che interessa anche il sistema integrato di Ostia Antica è una grande possibilità per far sì che i 65 ettari di Portus, splendidi anche sotto il profilo ambientale, siano sempre più conosciuti, apprezzati e visitati. Sono convinto che la logica da parte del Governo per questo intervento sia, tra l’altro, finalizzata all’integrazione con la Città di Fiumicino che ospita l’area archeologica”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here