Ostia, ladro di elettricità ha in giardino una colonna romana

12/01/2018 – Proseguono i servizi di controllo dei Carabinieri del Gruppo di Ostia finalizzati alla tutela della sicurezza e alla repressione dei reati in genere. Negli ultimi giorni sono state impiegate numerose pattuglie e attuati posti di controllo alla circolazione stradale: il bilancio è di numerosi veicoli e oltre 150 persone identificate, 40 le contravvenzioni elevate.

Nel corso delle attività, i Carabinieri hanno arrestato un cittadino rumeno di 38 anni, con precedenti, con l’accusa di furto di energia elettrica. Durante l’ispezione eseguita nella sua abitazione, i militari, grazie alla collaborazione dei tecnici dell’Enel, hanno scoperto un allaccio abusivo ad un contatore di energia elettrica, grazie al quale l’uomo sottraeva illecitamente la corrente. Nelle aree adiacenti all’abitazione, inoltre, i Carabinieri hanno rinvenuto una colonna di epoca romana detenuta illegalmente e constatata la realizzazione di opere edilizie su un’area di circa 500 metri quadrati, originariamente soggetta a vincolo paesaggistico. Il reperto archeologico e i manufatti sono stati sequestrati e il 38enne è stato denunciato per ricettazione e per reati inerenti le disposizioni legislative in materia di edilizia.

A Casalpalocco, invece, i Carabinieri hanno fermato un 21enne, che si trovava alla guida di un’autovettura intestata ad un suo amico, che ha fornito delle false dichiarazioni circa la propria identità personale. Il ragazzo è stato accompagnato in caserma e trattenuto in camera di sicurezza in attesa dell’udienza di convalida. Infine ad Ostia, un giovane, per farla franca durante un controllo dei Carabinieri, ha ingerito due piccoli ovuli contenenti un grammo l’uno di cocaina che aveva nelle tasche.
Subito dopo, in preda alla paura, si è recato spontaneamente all’Ospedale “Grassi”, dove i sanitari hanno estratto gli involucri. Nei suoi confronti è scattata una denuncia a piede libero per detenzione di sostanza stupefacente.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here