Ostia, 5 persone in manette. Sono legate ai clan di Piazza Gasparri

Carabinieri a lavoro nel territorio lidense: blitz contro spaccio e illeciti

8/1/2018 – I Carabinieri del Gruppo di Ostia continuano l’attività di controllo  passando al setaccio il quartiere di Nuova Ostia, senza soluzione di continuità, con numerosi servizi di repressione e prevenzione.

CONTROLLI E ARRESTI NEL TERRITORIO DI NUOVA OSTIA – Nelle ultime ore sono stati controllati oltre 74 veicoli, identificate 114 persone ed effettuate molteplici perquisizioni personali e domiciliari, verificando anche il rispetto delle prescrizioni imposte ai soggetti che beneficiano degli arresti domiciliari. I risultati non si sono fatti attendere, infatti ad Ostia sono stati arrestate 5 persone, tra cui una donna,  per spaccio di sostanze stupefacenti.

UNA VERA E PROPRIA ORGANIZZAZIONE – Nella ormai nota Piazza Gasparri erano in 4 ad occuparsi della cessione di sostanze stupefacenti. Avveniva tutto all’interno di una abitazione, sorvegliata da due persone che si occupavano di fare da “vedetta” nel caso di controlli improvvisi da parte delle Forze dell’ordine. Gli altri due, i veri e propri pusher, indisturbati,  preparavano e confezionavano lo stupefacente. L’altra notte, però, non hanno avuto scampo e sono scattate le manette per ognuno di loro. I carabinieri, dopo un prolungato ed accurato servizio di osservazione sono riusciti ad aggirare le vedette ed a sorprendere in flagranza di reato ognuno di loro, recuperando circa 15 grammi di cocaina, nonché materiale per taglio, peso e confezionamento dello stupefacente.

IN MANETTE ALTRO ESPONENTE DEI CLAN DI PIAZZA GASPARRI – Nella mattinata odierna, è stato arrestato anche un uomo di 26 anni, anch’egli legato ai Clan di Piazza Gasparri, poiché nella propria abitazione, malgrado la presenza di 3 figli molto piccoli, deteneva ai fini di spaccio circa 800 grammi di sostanza stupefacente, tra hashish e marijuana. Nella circostanza, i Carabinieri hanno rinvenuto più di 30.000 euro in contanti, proventi del commercio dello stupefacente, 10.000 dei quali posti sottovuoto, per poter essere occultati anche all’interno di recipienti pieni d’acqua.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here