Sinistra Italiana X Municipio: Scuola materna a Bagnoletto? Il terreno non è nemmeno stato acquisito a patrimonio dal Comune di Roma

8/10/2017 – “Solamente con l’avvio della campagna elettorale si può giustificare l’idea promossa dalla Giunta Raggi di costruire da zero una scuola materna nel quartiere Bagnoletto su di un terreno che ancora nemmeno è stato acquisito a patrimonio dal Comune di Roma”. Lo dice Marco Possanzini, Segretario Sinistra Italiana X Municipio. “Una autentica assurdità dal momento che c’è un edifico adibito a scuola materna, completamente ristrutturato e pronto ad entrare in funzione praticamente da subito in Via della Maggiorana nel quartiere Casaletto di Giano. Lo sappiamo bene, la carenza di posti nelle scuole pubbliche, materne e dell’infanzia, nel nostro Municipio è una autentica piaga che pesa fortemente sull’economia delle famiglie, soprattutto in un momento di crisi economica come quello che stiamo vivendo. Eppure alcuni edifici scolastici, sebbene i lavori siano terminati da tempo, non risultano essere funzionanti. Questo è il caso, ma non è il solo, della scuola materna in via della Maggiorana nel quartiere Casaletto di Giano, un edificio scolastico pronto per accogliere i bambini ma ancora inspiegabilmente chiuso. Sarebbe logico, – prosegue – prima di avviare le procedure per costruire un nuovo edificio da zero, dovendo per altro ancora acquisire a patrimonio il terreno dove edificare, mettere in funzione le scuole già costruite che attendono solamente l’ultimazione di alcuni passaggi burocratici. La materna in Via della Maggiorana, un edifico completamente ristrutturato, è oggi nel più completo abbandono e rischia la vandalizzazione totale se l’amministrazione capitolina non interverrà. La Giunta Raggi, invece di avvitarsi su provvedimenti elettoralistici che non hanno respiro, dovrebbe provare a dare seguito alle promesse elettorali fatte nella ultima campagna elettorale. Parlavano di risparmi per la collettività, di valorizzazione e riqualificazione del patrimonio immobiliare esistente, mentre oggi propongono di costruire da zero una scuola materna quando ne esiste già una che potrebbe essere aperta al pubblico con pochissimi passaggi amministrativi con un risparmio enorme di risorse pubbliche. Stupisce che la ex delegata della Sindaca Giuliana Di Pillo, oggi lanciata nella candidatura alla Presidenza del Municipio, non dica mezza parola su questa decisione della Giunta nonostante conosca, o dovrebbe conoscere molto bene in quanto insegnante ed ex consigliera municipale, in che condizioni versa l’edilizia scolastica del Municipio X di Roma Capitale.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here