Ostia, Marsella (CasaPound): in trincea contro il PUA delle spiagge, il 28 evento con gli operatori in cui sfideremo Pd e centrodestra

20/10/2017 – L’impegno di CasaPound per garantire la legalità amministrativa sul litorale romano avrà inizio con “Ostia, che spiaggia!” il 28 ottobre, un grande evento di cui a breve verranno forniti tutti i dettagli. “Per 18 anni il Comune di Roma – ha spiegato Luca Marsella, candidato presidente di CasaPound al X Municipio – ha occupato abusivamente ben 8 spiagge libere grazie alla compiacenza dei partiti al Governo e dei finti movimenti ambientalisti e non. Gli stessi che hanno cercato di sovvertire la questione e di confondere le ‘acque’ definendo negli ultimi 2 anni mafiosa tutta la categoria balneare. Addirittura le demolizioni dei chioschi di Castelporziano sono state eseguite, sotto la regia dell’ex assessore alla legalità Alfonso Sabella, con ditte poi coinvolte nel sistema corruttivo di Mafia Capitale. Non è più tollerabile l’ignavia del M5S e l’ingerenza di una Commissione Prefettizia che con Risorse per Roma, società partecipata di Roma Capitale di marca PD, vuole ridisegnare il complesso meccanismo delle concessioni demaniali marittime. CasaPound, avvalendosi di esperti interni ed esterni nonchè di operatori del settore, aprirà il proprio fronte il prossimo 28 ottobre. Con determinazione e competenza verranno svelati i trucchetti di un ignobile Piano di Utilizzazione degli Arenili (PUA) volutamente sottratto dal M5S alla partecipazione cittadina prevista per legge. Inviteremo anche il candidato presidente del PD, Athos De Luca, che ha confuso Ostia con Riccione, così come Davide Bordoni di Forza Italia, vero leader del centrodestra, che con il predecessore Paolo Orneli (PD) ha devastato il litorale di Roma. Non inviteremo la candidata del M5S, Giuliana Di Pillo, e la sindaca Virginia Raggi perchè rispettiamo – ha concluso Marsella – la loro paura a confrontarsi con i cittadini”.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here