“La lancia e la croce” il romanzo storico di Michele Porcaro

18/10/2017 – Sabato 21 Ottobre, alle ore 16:30, verrà presentato, al Salone del Teatro di Santa Monica ad Ostia, il romanzo storico “La Lancia e la croce” di Michele Porcaro, edito
da Arbor Sapientiae.
Il romanzo segue le vicende di Quintus Cassius Longinus, centurione della Decima
Legione Fretense, convocato dal Senato di Roma per una missione: dovrà guidare una
coorte dell’esercito in Giudea, la più calda, lontana e inospitale provincia di tutto l’Impero.
In quella regione il praefectus Pontius Pilatus è infatti impegnato a contenere numerose
sommosse causate dai ribelli: il movimento dei cosiddetti “Zeloti” infatti lotta per
l’indipendenza del territorio, nella speranza di ricostruire il Regno d’Israele, guidato dal
Messia, un re Salvatore. Giunto da Anxanum a Gerusalemme, il severo e burbero
centurione si mette sulle tracce di un predicatore proveniente dalla Galilea, che accusa di
essere un capo antiromano: il suo nome è Yeshua Bar Yosef. Ambientato nel 30 d.C.,
durante il principato dell’Imperatore Tiberio, il romanzo ricostruisce gli usi e le abitudini
della vita castrense, il modo di pensare e di vivere dei Romani e dei Giudei e i difficili
rapporti tra questi due popoli. Alla presentazione, con ingresso libero e gratuito,
interverranno Gianni Maritati, scrittore e giornalista RAI, il prof. Mirko Cipettini, Dottore
in Lettere Classiche e Filologia Antica ed esperto di Storia del Cristianesimo, e Michele
Porcaro, autore del romanzo, che oltre a leggere estratti dell’opera, avrà il piacere di
firmare le copie del romanzo. Al termine della presentazione, sarà inoltre offerto ai
partecipanti un rinfresco.
L’autore: Michele Porcaro nasce a Benevento nel 1995. Diplomato al Liceo Classico di
Roma Anco Marzio e laureando in Lettere Classiche alla “Sapienza”, svolge attività di rievocazione storica, come componente delle Associazioni “Legio II Parthica” di Albano
Laziale, “Legio III Gallica” di Carbognano e “Anticae Viae”. Nel 2016 pubblica il suo primo
romanzo storico, “La prigione di pietra”, grazie al quale si aggiudica la menzione di
“Miglior romanzo storico” al Premio Letterario Nazionale “Urbe Parthenicum”. Lavora
presso la rivista KIM-International Magazine, come direttore della sezione di Storia e
Archeologia. È membro della FUIS (Federazione Unitaria Italiana Scrittori) e
dell’Associazione Culturale “Clemente Riva” presieduta dal giornalista RAI Gianni Maritati.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here