X Municipio, Ciocchetti: “O Centrodestra unito o pronto a candidarmi. FI e FdI coinvolgano tutti”

13/9/2017 – “Le elezioni di Ostia sono una prova per l’unità del centrodestra anche in vista delle elezioni regionali e politiche. Occorre dunque rimanere uniti e con un candidato
presidente riconosciuto da tutti. Io candidato? Se non si troverà un accordo programmatico presenteremo una nostra candidatura, mia o di Ignazio Cozzoli“. A dirlo all’Agenzia Dire è Luciano Ciocchetti, coordinatore regionale di Direzione Italia. L’ex vicepresidente della Regione Lazio, già deputato e consigliere comunale di Roma, sembra non aver gradito la mancata inclusione nel confronto politico del centrodestra in corso in queste ore per la scelta di un candidato presidente nel X Municipio di Roma, quello di Ostia, al voto il 5 novembre. “Noi come Direzione Italia, siamo nel centrodestra convintamente e quindi lavoriamo per costruire unità. Purtroppo vediamo che da parte degli altri soggetti, anche quelli più grandi del centrodestra romano e di Ostia, si procede invece per egoismi
personali senza individuare un percorso comune, sia programmatico che nell’individuazione di un candidato presidente”. “L’appello è che Forza Italia e Fratelli d’Italia possano
coinvolgere tutti”, ha spiegato Ciocchetti, che ha proseguito: “Vorrei capire dunque quali sono le scelte programmatiche. Chi è d’accordo alla ristrutturazione della Roma-Lido in project financing? Chi è d’accordo a completare le complanari sulla via Cristoforo Colombo? Bisogna fare un accordo con i balneari, il mondo turistico e riqualificare il lungo mare”. “A Ostia – ha aggiunto Ciocchetti – serve un candidato che possa essere rappresentativo di questo programma e quindi la possibilità di fare una scelta che non sia solo legata ai candidati emersi e proposti in questo momento da Forza Italia e da Fratelli d’Italia. Noi non abbiamo nessun problema con nessuna delle candidate – ha specificato- riteniamo però che il metodo che si sta portando avanti è un metodo sbagliato. Anche
ieri gli amici di Fratelli d’Italia hanno convocato una riunione in cui erano presenti solo quelli di Forza Italia e Noi con Salvini, senza invitare le altre componenti del centrodestra.
Credo che sia un modo sbagliato di procedere è un modo che non porta all’unità ma porta alla divisione”. “Io non ho pensato a candidarmi – ha raccontato Ciocchetti – perchè non credo sia giusto che i candidati vengano imposti dall’alto. E’ chiaro che se non si trovasse un accordo su queste questioni, ci porremo il problema di un’eventuale nostra candidatura a presidente, o mia o di Ignazio Cozzoli, che abita sul territorio. Io non ho problemi, ho dato la disponibilità anche a candidarmi come consigliere se serve per portare avanti
la lista. Queste sono elezioni fondamentali – ha concluso – e si deve andare oltre l’interesse di qualche consigliere regionale o di qualche candidato regionale che può pensare di utilizzare queste elezioni per fare qualche favore per avere qualche voto di preferenza in più il prossimo anno”.

CONDIVIDI

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here