X Municipio al voto – Cucunato (FI): “Prima dei candidati contano programmi condivisi e comuni al centrodestra unito”

8/9/2017 – “Sara un test importante quello del X Municipio – sottolinea Piero Cucunato,  Vice Coordinatore Romano di Forza Italia e più volte eletto ad Ostia come consigliere in Municipio ed al consiglio Provinciale. Prima dei candidati contano i programmi condivisi e comuni con il centrodestra unito – evidenzia Cucunato. “Con le prossime elezioni, non solo possiamo ridare a questo territorio un governo eletto dai cittadini, ma anche riaffermare quella identità culturale che Ostia ha sempre avuto storicamente, che qualche burocrate e una certa parte politica ha cercato di offuscare e cancellare negli ultimi anni. Nel territorio in questi anni è cresciuta una buona classe dirigente nel centro destra, soprattutto ci sono dei giovani che hanno esperienza amministrativa e capacità politica – continua Cucunato -, per questo non abbiamo bisogno di geni o di dinosauri della politica, ma debbono prevalere i programmi, fatti dalla classe dirigente locale e romana, che conosce territorio e cittadini. La gente ci chiede normalità, che significa impegnarsi a cancellare i disservizi che ci sono caduti addosso, prima con il governo del Pd in Municipio, poi con il M5s, con l’immobilismo della sindaca Raggi, capace solo di annunci e spot su Ostia e i quartieri del X Municipio. Le priorità  debbono essere invece il ripristino di  strade e marciapiedi, la riqualificazione dell’ arredo urbano e del verde, la sicurezza stradale, una politica attiva e concreta sui servizi di mobilità e viabilità, servizi sociali e scolastici regolari, un maggior controllo sulle attività delle municipalizzate. C’è bisogno conclude il Consigliere e Vice Coordinatore Romano di F.I. Cucunato – di un patto di rilancio del X Municipio, che impegni Roma Capitale, il prossimo Consiglio Regionale ed il Parlamento, con lo stanziamento non solo di risorse economiche straordinarie per far tornare i servizi del territorio alla normalità, ma soprattutto sarà importante attivare  progetti di grandi opere, che rilanciano l’economia locale e il turismo oggi al collasso”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here