M5S X Municipio, Di Pillo: “Sulle delibere antimafia De Donno fa finta di non sapere”

21/9/2017 – “All’ex prete candidato è bastato togliere l’abito talare, per indossare subito quelli della vecchia politica”. Cosi Giuliana Di Pillo, candidata a presidente del X Municipio per il Movimento 5 Stelle, si esprime sulle dichiarazioni di De Donno in merito al voler mettere in atto delibere antimafia.

“La memoria dell’ex prete che vuol dialogare con la mafia – prosegue la Di Pillo – non ricorda che atti di questo tipo sono stati già presentati in consiglio poco prima che il presidente in carica del PD, Andrea Tassone venisse arrestato. In occasione della manifestazione nell’aula consiliare, denominata “Un anno senza Mafie”, organizzata Movimento 5 Stelle, il 9 gennaio 2015, l’assenza di De Donno  – sottolinea la candidata presidente per il M5S  è stata notata da molti, perché non ci sono antimafie diverse a seconda della propria visione, la battaglia è unica e senza colore politico”.

“Quindi vale la pena ricordare  – prosegue la pentastellata del X Municipio – che la deliberazione n. 9 del 19 febbraio 2015, per il contrasto alle infiltrazioni mafiose negli appalti pubblici a prima firma dell’allora consigliere Paolo Ferrara, andava nella direzione delle linee guida del protocollo DASUD, pertanto appaiono davvero stucchevoli e fuori tempo le dichiarazioni del prete di Santa Monica. Il Movimento 5 Stelle – conclude Di Pillo – ha già iniziato il percorso della legalità nelle istituzioni e insieme ai cittadini, anzi già nel luglio 2015 in occasione della commemorazione del giudice Paolo Borsellino,  presentò alla cittadinanza la “Carta della Legalità di Ostia”, un protocollo d’intesa per inserire regole più stringenti ai bandi di gara e ai capitolati d’appalto”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here