Ostia, agli arresti domiciliari continuava a spacciare nascondendo la droga in giardino

 

10/7/2017 – Stava scontando una condanna per spaccio di sostanze stupefacenti agli arresti domiciliari, ma proseguiva l’illegale attività, utilizzando il proprio giardino come nascondiglio per la droga. 33 anni, romano, l’uomo è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato.

A scoprirlo, gli uomini del commissariato di Ostia, al termine di un’indagine “lampo” a seguito di una segnalazione per minacce. Vittima un uomo – consueto assuntore di cocaina – il quale ha riferito ai poliziotti di non aver onorato dei debiti, contratti per procurarsi la droga, e per questo minacciato dal presunto complice del suo fornitore.

Gli agenti di pattuglia, con il supporto degli investigatori del commissariato, dopo alcuni riscontri sono giunti alla persona che vendeva la droga; si tratta di C.M., già noto alle forze di polizia, e peraltro già agli arresti domiciliari per una precedente condanna sempre per spaccio.

Alla vista degli uomini in divisa alla sua porta, l’uomo ha cercato di disfarsi della droga, ma è stato bloccato. Dietro un cespuglio in giardino sono stati trovati e sequestrati 100 grammi di cocaina, mentre all’interno dell’abitazione, oltre a 2000 euro in contanti, c’era tutto il materiale occorrente per confezionare le dosi di sostanza stupefacente. Al termine degli atti di rito, C.M. è stato condotto in carcere.     

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here