Incendio Castelfusano, tornano a volare i canadair. Roghi non ancora domati

22/7/2017 – A quasi una settimana di distanza del primo incendio che lunedì ha distrutto la pineta di Castelfusano prosegue l’intervento dei canadair. Anche questa mattina i mezzi antincendio sono tornati a volare ininterrottamente sopra il bosco scaricando migliaia di litri di acqua nelle aree dove sono ancora presenti focolai. Un lavoro che andrà avanti probabilmente per giorni data la vastità del rogo e l’intensità delle fiamme.

Nel frattempo proseguono le indagini sui piromani arrestati nei giorni scorsi perchè sorpresi ad appicare le fiamme

Due le fotografie che rendono la posizione di Fabrizio Grimaldi, il 22enne idraulico di Busto Arstizio, ancora più precaria. Nelle immagini, che il giovane ha inviato ad un amico, infatti si vedono alcuni alberi in fiamme. Un trofeo? La prova per i mandanti del rogo? Su questo stanno indagando gli inquirenti dopo che due giorni fa il magistrato ne ha convalidato l’arresto. In particolare le indagini vertono sulla presenza di possibili complici. Persone avvistate già dai vigili del fuoco durante i primi interventi. I pompieri infatti hanno riferito di aver intravisto le persone fuggire all’interno della pineta pochi minuti prima del fermo del 22enne.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here