Incendi a Castelfusano, in manette un secondo piromane

19/7/2017 – Il cerchio si è stretto ancora una volta attorno ai piromani della pineta di Castelfusano. Un 63enne romano, con precedenti è stato infatti bloccato poco dopo le 14 dagli investigatori ed ora la sua posizione è al vaglio degli inquirenti. Dovrà chiarire la sua posizione, i suoi movimenti e gli eventuali rapporti con il 22enne idraulico fermato lunedì sera perchè sorpreso a dare fuoco ad alcuni fazzoletti di carta.

In particolare il 63enne è accusato di aver dato il via al rogo di oggi. A fermarlo sono stati i Carabinieri del Nucleo Investigativo Ambientale e Forestale di Roma che lo hanno sorpreso ad appiccare un incendio ad alcune sterpaglie nella pineta di Castelfusano, mediante l’utilizzo di un innesco con materiale combustibile.

L’uomo era stato notato quest’oggi aggirarsi con fare sospetto all’interno della pineta a bordo di una bicicletta; visto nascondersi nella boscaglia da dove, subito dopo, è partito il fuoco. Sequestrato l’innesco ed altro materiale, rinvenuto in suo possesso, che saranno oggetto di analisi. Sotto analisi anche l’abitazione del 63enne portato a Regina Coeli a disposizione dell’autorità giudiziaria.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here