Castelfusano: trovati lacci per cinghiali e animali carbonizzati

24/7/2017 – Ha avuto luogo questa mattina presso la Pineta di Castelfusano il primo blitz dell’operazione Lipu “SOS animali post incendi”, con sopralluogo da parte di un gruppo di circa 25 volontari Lipu del CHM Lipu di Ostia e del CRFS Lipu Roma, guidati dal Presidente Lipu Fulvio Mamone Capria, dal Consigliere Nazionale/Responsabile CHM Lipu Ostia Alessandro Polinori e dalla Responsabile del CRFS Lipu Roma Francesca Manzia.
Durante l’ispezione, avvenuta nella zona antistante Viale del Martin Pescatore, i volontari Lipu non hanno trovato animali in difficoltà da poter trarre in salvo, ma hanno potuto constatare la presenza di diversi animali carbonizzati, tra cui una volpe, un gatto, anfibi e numerosi insetti. Il sopralluogo ha inoltre consentito di riscontrare la presenza di esemplari di upupa e nibbio bruno, fortunatamente vivi e alla ricerca di prede per sfamare i giovani ancora presenti nei nidi o appena involati, oltre a evidenti tracce del recente passaggio di cinghiali. Per aiutare la fauna sopravvissuta i volontari Lipu hanno distribuito nell’area decine di kg di cibo di diversa natura, tra cui granaglie, frutta e patate.
Durante il sopralluogo è stata anche riscontrata la presenza di due lacci finalizzati alla cattura illegale dei cinghiali, posizionati in prossimità di quello che era un buco nella recinzione andata bruciata. Oltre a ciò, è stata rilevata la presenza di bombole del gas e lumini, quasi certamente utilizzati all’interno degli accampamenti abusivi presenti all’interno dell’area protetta.
La Lipu Onlus invierà alle autorità preposte un’informativa in merito e nei prossimi giorni valuterà ulteriori iniziative da fare a tutela della fauna selvatica e della biodiversità della Pineta di Castelfusano.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here