Sinistra Italiana: “Tritovagliatore nel Municipio X. Inquietante bugia a 5 Stelle”

18/6/2017 – “Se togli tutto ciò che è impossibile quel che resta, per quanto improbabile, non può che essere la verità” diceva Sherlock Holmes. La Sindaca Raggi, il Capogruppo Ferrara e la delegata della Sindaca, Giuliana Di Pillo, ci avevano rassicurati con parole forti e decise: il tritovagliatore non arriverà mai ad Ostia. Parole, appunto, perchè la Regione Lazio ha comunicato di aver ricevuto tutta la documentazione necessaria per autorizzare il posizionamento del tritovagliatore in viale dei Romagnoli“. A dirlo è Marco Possanzini, Segretario di Sinistra Italiana X Municipio. “A questo punto, al netto di tutto, ci chiediamo chi, quale manina istituzionale, ha chiesto l’autorizzazione per spostare il tritovagliatore da Rocca Cencia a viale dei Romagnoli. Ce lo chiediamo per diversi motivi. Il primo è legato prettamente ad una questione tecnica, chi ha promosso questa richiesta di spostamento ha consapevolezza, è a conoscenza, che viale dei Romagnoli resterà chiusa al traffico per mesi e che sulla Via del Mare i mezzi pesanti non possono circolare perchè il codice della strada lo vieta? Chi ha promosso questa richiesta di spostamento ha verificato che il sito scelto sia idoneo a questo tipo di trattamento dei rifiuti? Chi ha promosso questa richiesta di spostamento ha informato i residenti e ne ha discusso con loro in virtù dei tanto blanditi principi di partecipazione e di trasparenza? E poi, cosa ancora più grave, se la Regione Lazio annuncia che l’Ama ha completato la documentazione per l’iter autorizzativo, significa che qualcuno questa richiesta l’ha fatta quindi è inutile negare o fingere di non saperne nulla perchè la pezza diventa peggio del buco. Per questi motivi chiediamo alla Sindaca Raggi, al Capogruppo Ferrara e alla delegata della Sindaca, Giuliana Di Pillo, – conclude Possanzini – di chiarire immediatamente cosa è accaduto, perchè le parole, le rassicurazioni, servono a poco quando l’evidenza dei fatti dice tutt’altro”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here