Ostia, operazione “Litorale sicuro” controlli dei carabinieri basati sulle segnalazioni dei cittadini

 

24/6/2017 – La stagione balneare ormai è definitivamente avviata ma, oltre ai controlli già avviati sul litorale per contrastare il fenomeno dei parcheggiatori abusivi e il controllo del movida nei maggiori punti di ritrovo del litorale romani e dei suoi locali aperti al pubblico, le forze dell’ordine sono a lavoro per garantire una “sicurezza a tutto tondo”. Per contrastare il degrado urbano vanno controllando accuratamente, palmo a palmo, le varie segnalazioni di degrado urbano direttamente osservate o segnalate dall’occhio vigile dei cittadini. E ieri i protagonisti sono stati proprio i cittadini, i quali hanno espresso il plauso per i controlli posti in essere su tutta la via Stefano Cansacchi: un servizio promosso dai Carabinieri della Compagnia Roma Ostia con una task force articolata su componenti, oltre che dell’Arma dei Carabinieri, del servizio S.I.A.N. dell’A.S.L., della Guardia di Finanza e dei Carabinieri Forestali di Ostia, supportati anche dai militari del “2° Reggimento Genio Pontieri” di Piacenza, impegnati nell’operazione “Strade Sicure”. Varie le segnalazioni giunte ai diversi enti su fenomeni di vera e propria “aggressione” al decoro. Militari, finanzieri, forestali, ispettori sanitari hanno controllato alcuni esercizi pubblici e molti soggetti gravitanti in area. All’esito del servizio i militari dell’Arma hanno arrestato un impiegato egiziani di una rivendita ortofrutticola che aveva loro declinato false generalità per eludere i controlli successivi e hanno segnalato alla Prefettura un altro cittadino egiziano sorpreso in possesso di una modica quantità di marijuana. I finanzieri e gli ispettori igienico sanitari hanno spiccato 3 sanzioni fiscali il cui importo sarà definito dall’Agenzia dell’Entrate e 2 sanzioni amministrative per un importo di quasi 3 mila euro. I Carabinieri Forestali hanno invece passato al setaccio gli esercizi della piccola distribuzione per verificare l’osservanza delle norme in materie di buste per la spesa biodegradabili: anche loro hanno 5 mila di sanzioni sequestrando quasi 5 kg. di prodotti non idonei. Spiccate anche varie contravvenzioni ai veicoli in doppia fila o in sosta vietata. Le forze dell’ordine non si illudono che potranno bastare singoli controlli: ed infatti verranno ripetuti anche con personale in borghese.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here