Commercio abusivo, Figliomeni (FdI): “Inasprire le pene per contrastare il fenomeno”

16/6/2017 – “In molti si chiederanno cosa c’è di male ad acquistare l’imitazione della borsa griffata tanto desiderata o la copia pirata del film appena uscito nelle sale cinematografiche, la risposta è semplice, la contraffazione erode l’economia e le attività commerciali in regola e l’oggetto contraffatto nasconde il lavoro in nero di molte persone sfruttate, che consente il riciclaggio del denaro e il suo reinvestimento in attività illegali, come nel caso dello smercio di droga o del fenomeno della prostituzione”. Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia. “Per questo motivo bisogna richiamare l’attenzione del consumatore su questo fenomeno che impoverisce la nostra economia, con tutti gli aspetti negativi che ne derivano. Numerosi i blitz della Polizia di Roma Capitale su tutto il territorio per il rispetto della legalità, controlli che si sono intensificati in particolar modo nei week-end in tutti quei luoghi presi d’assalto dai turisti e dai bagnanti. A Ostia infatti sono stati effettuati ben 82 sequestri per un totale di oltre 200.000 euro di sanzioni, non da meno tutta la zona dell’Isola Tiberina contraddistinta da un passaggio continuo di turisti e utenti del vicino ospedale. Ma per contrastare in maniera efficace questo fenomeno non basta fermare gli abusivi che vendono la loro merce per la strada, ma bisogna intervenire a monte dove i prodotti contraffatti vengono prodotti, ed è proprio su questa linea che si è mossa la Polizia di Roma Capitale che ieri in un edificio del Pigneto che fungeva da fabbrica della contraffazione, occupato soprattutto da senegalesi, hanno eseguito un maxi sequestro che ha permesso di sequestrare più di 50.000 articoli che imitavano grandi marchi quali Adidas, Fendi, Nike, Armani, il cui smistamento sul mercato avrebbe portato a un giro di affari di milioni di euro. Chiediamo – conclude Figliomeni – all’Amministrazione Raggi di dotare con maggiori risorse la nostra polizia locale, che sebbene tra mille difficoltà merita un plauso per il lavoro che svolge ogni giorno e che dovrebbe essere potenziato anche in periferia”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here